La Kunsthalle più bella del mondo XV

Como - 29/11/2011 : 29/11/2011

Il quindicesimo incontro de “La Kunsthalle più bella del mondo” si configura come giornata di studio dedicata al problema forse più complesso e controverso delle pratiche espositive dell’arte contemporanea: storia, ruolo e fisionomia del curatore.

Informazioni

Comunicato stampa

Curating the Most Beautiful Kunsthalle in the World



Quindicesimo incontro

LA KUNSTHALLE PIU’ BELLA DEL MONDO

Un progetto per il Centro delle Arti Contemporanee di Como



29novembre 2011

Fondazione Antonio Ratti

Villa Sucota, Via per Cernobbio, 19 - Como



Il quindicesimo incontro de “La Kunsthalle più bella del mondo” si configura come giornata di studio dedicata al problema forse più complesso e controverso delle pratiche espositive dell’arte contemporanea: storia, ruolo e fisionomia del curatore

La Fondazione Antonio Ratti ha invitato nove tra i più prestigiosi studiosi, pensatori e curatori stessi a discutere su tre aspetti peculiari della questione:

- la storicità della figura del curatore: l’origine e le trasformazioni dei suoi compiti e ruoli nel corso della seconda metà del novecento;

- il “format” della mostra, che oggi probabilmente siamo costretti a declinare al plurale lungo l’arco che muove dalla mostra monografica a quella tematica, fino alle diverse manifestazioni delle grandi esposizioni internazionali;

- la pluralità delle istituzioni all’interno delle quali si dispiegano i contributi diversi del curatore: dal museo nel quale le problematiche della collezionepermanente incrociano quelle delle pratiche espositive; ai centri d’arte contemporanea; alle gallerie d’arte; fino alle manifestazioni periodiche proliferate sull’esempio della Biennale veneziana



10:00

Introduzione: Marco De Michelis/Filipa Ramos

Keynote Speaker: Maria Lind

11:00 - 13:00

1. Il canone

Teresa Gleadowe

Bruce Altshuler

Christian Rattemeyer

14:30 - 16:30

2. La mostra

Jens Hoffmann

Celine Condorelli

Raimundas Malašauskas

17:00 - 18:30

3. Le istituzioni

Chus Martínez

Dirk Snauwaert



La Kunsthalle più bella del mondo è un progetto concepito dalla Fondazione Antonio Ratti e dalla Camera di Commercio di Como (nell’ambito dell’iniziativa Laboratorio Como), con la collaborazione del Corso di Laurea magistrale in Arti Visive dell’Università IUAV di Venezia e del Centro ASK dell’Università Bocconi di Milano, con l’obiettivo della elaborazione di un programma originale per un futuro Centro delle Arti Contemporanee nel capoluogo lariano.

Laboratorio Como è un progetto della Camera di Commercio, avviato già da qualche anno, che rappresenta unmomento di esplorazione ed analisi delle molteplici interconnessioni che uniscono

crescita economica, innovazione, sviluppo urbano, cultura, creatività, valutando il ruolo che Como e il suo territorio possono assumere

nell'attuale contesto evolutivo generale. La responsabilità scientifica del progetto La Kunsthalle più bella del mondo è di Marco De

Michelis, Direttore della Fondazione Antonio Ratti, con il coordinamento di Filipa Ramos.



Tutti i materiali via via prodotti costituiranno un archivio aperto, consultabile sul sito della Fondazione Antonio Ratti: www.fondazioneratti.org e su quello di Laboratorio Como www.laboratoriocomo.it


Prossimo inconri:



XVI. Expandeed exhibitions: cataloghi, libri, riviste, siti…

21 dicembre 2011, ore 18

Il XVI incontro de La Kunsthalle più bella del mondo è dedicato a tutto quello che circonda le attività istituzionali di un centro dedicato alle arti contemporanee: rapporti con la stampa e con ilpubblico, pubblicazione di cataloghi, recensioni su riviste, informazioni sul web, blog e forum di discussione.

Di queste problematiche discuteranno: David Velasco, capo redattore del sito di Artforum; Julieta Aranda, artista e co-fondatrice della piattaforma

e-flux; Maria Fusco, scrittrice e direttrice di Art Writing al Goldsmith College di Londra, sarà la keynote speaker.



XVII. Marco De Michelis intervista Nikolaus Hirsch

febbraio 2012, ore 18

Marco De Michelis dialogherà con Nikolaus Hirsch, rettore della Städelschule e direttore del Portikus, entrambi a Francoforte, su strategie, procedure e tecniche per la costituzione di un centro dedicato alle arti contemporanee.

Un’importante figura del panorama dell’arte contemporanea, centrando la sua attività sul pensare e progettare istituzioni esperimentali, come la European Kunsthalle, unitednationsplaza e la Cybermohalla Hub a Delhi. Un architetto e scrittore riconosciuto in campo internazionale, Nikolaus Hirsch darà un contributo essenziale per iniziare a dar forma a una sintesi della discussione de La Kunsthalle più bella del mondo, che con ormai due anni di storia, comincia a vedere il suocompletamento.