Katie Lipscomb – Cowboys in my coffee

Napoli - 03/12/2016 : 01/03/2017

La giovanissima artista texana Katie Lipscomb propone una serie di lavori ispirati ai paesaggi western e all’armamentario tipico del cowboy.

Informazioni

  • Luogo: ACAPPELLA
  • Indirizzo: Vico Santa Maria a Cappella Vecchia 8 - Napoli - Campania
  • Quando: dal 03/12/2016 - al 01/03/2017
  • Vernissage: 03/12/2016 ore 12
  • Autori: Katie Lipscomb
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: mar- ven 16:00 - 20:00 sab 11:30 - 14:00

Comunicato stampa

rtista: KATIE LIPSCOMB
Titolo: COWBOYS IN MY COFFEE
Sede: Galleria Acappella
Via Cappella Vecchia n 8/A
Opening: Sabato 3 Dicembre 2016 ore 12,00
Fino al 1 Marzo 2017
mar- ven 16:00 - 20:00
sab 11:30 - 14:00
[email protected]
www.museoapparente.eu
ph: (+39) 339 61 34 112

Artista: LINO FIORITO
Titolo: GIARDINO WESTERN
Sede: Museo Apparente
Vico Santa Maria Apparente 17
Opening: Domenica 4 Dicembre 2016 ore 12,00
Fino al 1 Marzo 2017
per appuntamento: [email protected]
www.museoapparente.eu
ph: (+39) 339 61 34 112

COMUNICATO

La galleria Acappella ed il Museo Apparente sono lieti di annunciare la doppia inaugurazione di due diversi progetti posti in stretto dialogo nel segno del West.

Sabato 3 dicembre, alle 12, nello spazio di via Cappella Vecchia, la giovanissima artista texana Katie Lipscomb propone una serie di lavori ispirati ai paesaggi western e all’armamentario tipico del cowboy. Se per l’artista quest’ultimo è “in parte il Messia in parte Yosemite Sam”, nella personale “Cowboys in my coffee” cappelli, stivali, cactus, cavalli e pistoleri sfilano nei dipinti su tela e pannelli di legno insieme ad alcuni ritagli di carte.

Il giorno dopo, domenica 4 dicembre, sempre alle 12, sarà la volta di Lino Fiorito, che nel Museo Apparente inscenerà “Giardino Western”. In particolare, l’artista napoletano d’adozione trae spunto da una sua visita alla tomba e al museo di Buffalo Bill, nello Utah, e da una foto di repertorio scattata nel 1890 in ricordo dell’esibizione circense tenuta a Napoli dalla sua carovana, con il Vesuvio sullo sfondo.
“Se Wim Wenders diceva che il cinema americano ha colonizzato il nostro inconscio, la struttura in doghe in legno d’abete del Museo Apparente mi ha fatto subito pensare alle costruzioni del West, sono costruzioni semplici, basiche, in legno, l’unico materiale che abbonda in quei territori inesplorati, somigliano alle case di montagna, sono come rifugi”, spiega Fiorito. Quest’ultimo, rifacendosi ai personaggi e alle maschere tipici della Commedia, nonché riallacciandosi al duplice significato del termine inglese to draw, che significa disegnare ma anche estrarre la pistola, fa sfidare in un duello a fuoco Pulcinella e Arlecchino. Infine, un disegno ritrae una nuvola di fumo a forma di mappa degli Stati Uniti, fuoriuscire da una montagna che ricorda il Vesuvio, il mare come il deserto, due cactus e la Luna.


Cowboy e caffè. Katie Lipscomb a Napoli

Galleria Acappella, Napoli – fino al 1° marzo 2017. Katie Lipscomb giunge per la prima volta in Europa con la mostra “Cowboys in my coffee”. E la conquista del West si riattualizza mediante la de-mitizzazione dell’iconica del cowboy.