I’m not weird

Magenta - 06/12/2014 : 23/12/2014

Federica Morandi art projects inaugura la seconda mostra in programma presso il nuovo Atelier dedicato all’arte contemporanea all’interno del Tennis Club Pontenuovo. Gli artisti selezionati sono stati invitati ad elaborare opere uniche ed edizione limitate, attenendosi ad una parola chiave: accessibilità.

Informazioni

  • Luogo: ATELIER FEDERICA MORANDI ART PROJECTS
  • Indirizzo: Via Orti s/n - Magenta - Lombardia
  • Quando: dal 06/12/2014 - al 23/12/2014
  • Vernissage: 06/12/2014 ore 16
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: dal Martedì al Venerdì dalle 12 alle 18 Sabato e Domenica su appuntamento. Lunedì chiuso

Comunicato stampa

Sabato 6 dicembre 2014 Federica Morandi art projects inaugura la seconda mostra in programma presso il nuovo Atelier dedicato all’arte contemporanea all’interno del Tennis Club Pontenuovo. Gli artisti selezionati sono stati invitati ad elaborare opere uniche ed edizione limitate, attenendosi ad una parola chiave: accessibilità. I’M NOT WEIRD

I’M A SPECIAL EDITION offre un ampio ventaglio di opere fotografiche, grafiche, oltre che a pittura e scultura, con prezzi non superiori ai 500 euro; si tratta di un’iniziativa volta a promuovere l’arte contemporanea ed a incoraggiare collezionisti e appassionati ad investire sull’arte di oggi e ad investigare sui nuovi trends e movimenti artistici.

La mostra vuole agire da stimolo nell’investimento dell’arte contemporanea: iniziare una collezione o incrementarne una, significa lasciarsi contagiare dall’energia dell’arte e coltivare preparazione culturale e sensibilità estetica. Il pubblico è invitato ad interrogarsi sui lavori in mostra, riconoscendo nei lavori esposti il talento e a fare così buoni investimenti sia in termini economici che di appagamento del gusto estetico personale. L’obiettivo è avvicinare all’arte contemporanea anche giovani o persone con la passione per l’arte, considerando la capacità di spesa di ognuno.

Michela Baldi elabora delle “Costellazioni portatili”: sculture trasparenti, fatte per essere attraversate non solo dallo sguardo e diventare una fonte luminosa di pensieri. Roberto Cambi, ceramista, pittore e glassmaker, crea l’installazione site specific “Fantasmi urbani”, composta da decine di fantasmi di ceramica di diverse grandezze, che si inseriscono nel repertorio del surrealismo pop, sempre teso tra una vena comico-ironica e una più teatrale ed irrequieta, senza mai scivolare nella banalità. Giuliano Grittini, fotografo e incisore, propone una serie di pezzi unici, realizzati con foglia d’oro e tecnica mista, dove le immagini astratte sono attraversate da piccoli simboli e scritte tratte dal passato. Carmelo Lo Sardo percorre la corrente astratta nei lavori esposti, dove la pigmentazione rivela una lunga ricerca personale nell’arte, sia come pittore, che come restauratore; Paolo Ciabattini elabora una serie di lavori di piccolo formato, componibili fino a creare un’unica grande installazione dominata dalle cromie delicate. Pietro Di Girolamo partecipa alla mostra con la serie “Enchanted Forest”, fotografie premiate con menzione d’onore all’International Photography Awards 2013: foglie cadute sono gondole nella foresta e immagini spettrali di lunghi rami e fogliame sono i protagonisti di un mondo silenzioso. Infine il progetto di Marta Viola racchiude un modus operandi focalizzato sui dettagli della materia, orientato sulla ricerca di particolari attraverso la macchina fotografica riguardanti una determinata linea di confine.

La mostra offre un’alternativa utile, terapeutica e accessibile come tante altre spese che si affrontano quotidianamente, soprattutto nel periodo natalizio, considerando che un’opera d’arte è unica, inimitabile e per sempre. Investire in arte significa vedere e comprendere, intuire il futuro e scommettere sul suo valore estetico ed economico. Questo è il gioco avvincente dell’arte contemporanea.


I’M NOT WEIRD. I’M A SPECIAL EDITION
Artisti in mostra: Michela Baldi, Roberto Cambi, Paolo Ciabattini, Pietro Di Girolamo, Giuliano Grittini, Carmelo Lo Sardo, Marta Viola.

Esposizione dal 6 al 23 dicembre 2014
Orari Atelier: dal Martedì al Venerdì dalle 12 alle 18
Sabato e Domenica su appuntamento. Lunedì chiuso

INFO
Atelier Federica Morandi art projects
Tennis Club Pontenuovo – Via Orti s/n – Magenta, Milano
Tel. +39 338 49 39 365
[email protected]
www.fmap.it

Note sugli artisti

MICHELA BALDI
Nata a Milano, dove ha studiato e lavorato come grafica pubblicitaria, ha coltivato l’interesse per l'arte nel corso degli anni, fino a diventare una vera passione che l’ha portata a frequentare la Libera Accademia di Belle Arti di Brescia. All'inizio del suo percorso artistico la pura pittura si è unita alla gestualità nei primi lavori di espressionismo astratto. Più tardi, la ricerca artistica si è amplificata con la fotografia, da sempre presente nei suoi interessi. La manipolazione digitale affiancata alle numerose tecniche imparate nel corso degli anni di studio le permette ora di spaziare tra tele, light-box e installazioni.

ROBERTO CAMBI
Diplomato presso l’Istituto d’Arte “G. Ballardini” di Faenza e all’Accademia delle Belle Arti di Bologna. Ha tenuto un workshop di formazione presso il dipartimento di Arte della Ceramica della Seoul National University of Technology in Korea. Ceramista, Pittore ma anche Studio Glass Maker, inizia a esporre alla fine degli anni Settanta, mentre ancora studia presso l’Istituto d’Arte per la Ceramica di Faenza. Irrequieta ala pop e “comica”, progetta sovente le sue opere come elementi di ambientazione o di una installazione. Tra le mostre personali ricordiamo nel 2011 l’installazione site specific “Reflowering” all’interno del Parco Idro Montanelli di Milano e nel 2010 l’installazione “Fantasmi Urbani” presso Lombardini22 di Milano; tra le principali collettive “Krill” nel 2010 al Museo Internazionale Delle Ceramiche di Faenza.

PAOLO CIABATTINI
Nato nel 1961 a Milano, dove vive e lavora, consegue le lauree in Architettura e Design presso l’Università San Raffaele, Roma, Interior Design presso l’Istituto Europeo di Design, Milano, e Disegno e Figura presso l’Accademia di Belle Arti di Brera. Tra le mostre personali, nel 2014 citiamo “Paesaggi introspettivi” Museo Civico, Rocca Flea, Perugia; “Rifrazioni” Castello di Santa Margherita Ligure, Genova;“Lost in (Heaven)” Museo Zurab Tsereteli Gallery, Mosca; “Cosmogonika” S.Pietro in Atrio, Como. Nel 2013 “Monoliti del mare” Galata Museo del Mare, Genova; “Rifrazioni architettoniche” Laboexpo, Milano;“Rifrazioni” S.Silvestro, Verona. Nel 2012“Rifrazioni” Villa Badia, Leno; “Rifrazioni” Galleria STATUTO13, Milano; “Rifrazioni” Palazzo Caffari, Reggio Emilia. Tra le mostre collettive ricordiamo nel 2014 Artefiera Bologna e nel 2012 “Il Metaformismo”, Palazzo della Gran Guardia, Verona; “Semper Energetica”, Palazzo Enel, Milano; “Premio Arte” Finalista e Menzione d’Onore, Museo della Permanente, Milano.

PIETRO DI GIROLAMO
Pietro Di Girolamo nasce a Palermo nel 1977. Vive la sua giovinezza in Sicilia, nel parco delle Madonie, dove inizia gli studi scientifici. Nel corso della sua carriera intensifica l’interesse verso la fotografia digitale sviluppando tematiche di ricerca sul linguaggio della luce e sul moto degli elementi allo stato fluido. Recentemente è stato premiato con una menzione d’onore al prestigioso premio americano “International Photography Awards” con un lavoro nella categoria “Natura”. Nel 2011 e 2012 si aggiudica altre tre menzioni nello stesso premio con dei lavori presentati nella categoria “Astrattismo” e “Architettura Storica”. L’artista vive e lavora a Milano.

GIULIANO GRITTINI
Giuliano Grittini è nato a Corbetta (MI) nel 1951, dove vive e lavoro. A Milano ha frequentato la scuola di Disegno Grafico ed alcuni studi di importanti artisti. Apprende la tecnica della litografia, serigrafìa ed acquaforte, nella quale si specializza. Approfondisce l'arte della stampa. Realizza e stampa opere di artisti tra cui: Baj, Fiume, Sassu, Guttuso, Scanavino, Tadini, Warhol, Vasarely, Rotella, Chia, Cucchi, Ugo Nespolo ed altri. Appassionato di fotografia, frequenta studi di artisti e li fotografa in varie fasi dei loro lavoro e durante le mostre in gallerie d'Arte. Legato da sincera e profonda amicizia con la poetessa Alda Merini, è stato il suo fotografo ufficiale.

CARMELO LO SARDO
Consegue la Maturità Artistica e il diploma di Laurea in Accademia di Belle Arti. Docente di Discipline Pittoriche nei Licei Artistici milanesi di Brera e Boccioni dal 1987 e dal 2007 presso il Liceo Artistico Statale di Magenta, dove vive. Opera dal 1992 nel campo dell'Arte e del Restauro di dipinti antichi e moderni. Tra i lavori più importanti, gli affreschi cinquecenteschi nel vestibolo della Certosa di Pavia ed i dipinti murali, tardo cinquecenteschi, nel Monastero di San Giovanni, nella zona archeologica di Castel Seprio (VA), in Santa Maria delle Grazie a Milano, affreschi quattrocenteschi di Bonifacio Bembo, nella chiesa di S. Alessandro, Melzo (MI) affreschi di Maestro lombardo, vissuto fra il Trecento e Quattrocento, nella chiesa di S. M. Assunta a Prosto di Piuro (SO), affreschi di Maestro del tardo cinquecento, nel Santuario della Beata Vergine a Saronno, tela seicentesca di Camillo Procaccini, nella Pinacoteca Civica "Palazzo Volpi" Como, tele di Pier Francesco Mazzucchelli detto il Morazzone e Carlo Francesco Nuvolone.

MARTA VIOLA
Psicologa e fotografa. Dopo la laurea in psicologia approfondisce l’utilizzo della fotografia come forma di comunicazione ed espressione. Nel marzo 2014 arriva a Londra con la mostra collettiva “Who Art You? London Edition” presso The Brick Lane Gallery. Artista Premiato al SaturaPrize2013 presso Satura Art Gallery, galleria con cui ha esposto anche a Torino in occasione di Photissima Art Fair 2013. Da ottobre 2013 collabora con Photoscatto, un’associazione culturale padovana che si occupa di fotografia, e ha partecipato all'organizzazione del Padova Fotografia Festival 2014. Nel 2014 in occasione del Premio il Segno, all’interno del Ferrara Art Festival, riceve il riconoscimento “Jean-Michel Basquiat” come miglior artista under 30.