Il futuro finisce ora

Bologna - 13/06/2014 : 22/06/2014

Presentazione fanzine e pop-up show a cura di Gorgo e DissensoCognitivo.

Informazioni

  • Luogo: ELASTICO STUDIO
  • Indirizzo: Via Portanova 12 - Bologna - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 13/06/2014 - al 22/06/2014
  • Vernissage: 13/06/2014 ore 18,30
  • Generi: presentazione, disegno e grafica
  • Orari: dal martedì al sabato, dalle 16.00 alle 20.00

Comunicato stampa

Gorgo (http://www.ilgorgo.com) è una rivista on line diventata nel tempo uno dei principali punti di riferimento italiani nell'ambito dell'arte urbana. Pur continuando a mantenere sulla rete il cuore della sua instancabile attività di informazione, a partire dal 2013 il webmagazine ha sviluppato un progetto parallelo su carta, "Gorgo Issue", che consiste in una vera e propria raccolta di fanzine a cadenza annuale sviluppate di volta in volta insieme ad artisti provenienti dall'ambito della street art



Venerdì 13 giugno 2014 Gorgo sarà ospite di Elastico Studio per la presentazione di Il futuro finisce ora, seconda uscita del progetto "Gorgo Issue", stampata in un'edizione limitata di 50 copie, che vede come protagonista il collettivo DissensoCognitivo (https://www.flickr.com/photos/[email protected]). La presentazione della fanzine coinciderà con l'inaugurazione dell'omonima mostra mostra incentrata sulle tavole originali.



"L’atipico lavoro di DissensoCognitivo si va a collocare all’interno di un vero e proprio filone narrativo, l’impressione è quella di leggere infatti una storia, cruda, tetra e malinconica ma che proprio per questi tratti emotivi, impressiona ed appassiona. La fortissima inflessione tematica caratterizza gli interventi e dirige l’impatto finale, i lavori sono figli di una visione sinistra ed apocalittica, ritraggono il mondo che verrà come naturale conseguenza di un presente afflitto ed irrimediabilmente rivolto verso il baratro.

Schegge del passato si animano e prendono vita come involucri di carne stracciata, mutata ed irrimediabilmente compromessa, dell’uomo non c’è più nulla, impianti e biomeccaniche evoluzioni, che assomigliano più ad abomini, hanno preso il controllo alienando ed annientando i sentimenti e le emozioni. L’uomo come lo conosciamo non esiste più, al suo posto esseri silenziosi che si muovono d’istinto, lasciando tracce in un ipotetico varco tra presente e futuro, si mostrano in tutta la loro brutalità ed in tutto il loro orrore all’interno di un pianeta avvolto da una coltre di distruzione in uno scenario in cui il grigio e le sue scale cromatiche rappresentano gli unici e possibili interlocutori visivi."

Il Gorgo