Iconica. Arte urbana al Foro Italico

Roma - 08/06/2014 : 21/09/2014

Un percorso urbano con oltre sessanta immagini dei più importanti e promettenti artisti italiani e internazionali sul tema dell’arte e dello sport.

Informazioni

Comunicato stampa

Domenica 8 giugno 2014, nell’ambito dei festeggiamenti del Centenario e in occasione di Game Open – con l’ingresso libero al Parco del Foro italico e l’apertura di tutti gli impianti sportivi – il CONI è lieto di inaugurare il progetto di arte pubblica ICONICA, a cura di Bartolomeo Pietromarchi e Maria Alicata, un percorso urbano con oltre sessanta immagini dei più importanti e promettenti artisti italiani e internazionali sul tema dell’arte e dello sport

Le opere saranno allestite su pannelli di grandi dimensioni (140x210 cm) e predisposte ciascuna su un palo dell’illuminazione stradale, lungo un km, circa, nel tratto del Lungotevere che si snoda dal Ponte della Musica Armando Trovajoli fino a Ponte Milvio.
Per circa quattro mesi, sino al 21 settembre 2014, il Tevere di fronte al Foro Italico si trasformerà così in un “viale delle arti” dedicato all’interpretazione iconografica delle discipline sportive e dello sport in generale.
In concomitanza con l’installazione sonora 12h di Donato Dozzy sul Ponte della Musica Armando Trovajoli, ICONICA si presenta come uno dei più importanti interventi artistici nello spazio urbano degli ultimi anni a Roma.

IL PROGETTO
ICONICA è volto a trasmettere i valori dello sport per mezzo dell’arte e della cultura in un’occasione unica come il Centenario della fondazione del CONI. Il progetto permetterà una fruizione diretta dell’opera d’arte trasformando la zona del Foro Italico in una rete relazionale che consentirà di vivere lo spazio urbano come luogo di riflessione sul contemporaneo, in stretta connessione con lo sport. Il progetto di arte pubblica trasformerà la zona e la sua percezione, dando una nuova lettura del complesso architettonico e rafforzandone, attraverso l’arte, l’identità collettiva.
L’esperienza artistica diventa uno strumento di “mutamento” temporaneo che apre allo spettatore una visione nuova e in divenire, e che crea un dialogo tra architettura, arte, città e sport.
Gli artisti invitati – tra cui Marina Abramovic, Charles Avery, Maurizio Cattelan, Sandro Chia, Giosetta Fioroni, Giuseppe Gallo, Miltos Manetas, Titina Maselli, Fabio Mauri, Marzia Migliora, Ugo Nespolo, Julian Opie, Lucy & Jorge Orta, Alfredo Pirri, Michelangelo Pistoletto, Anna Scalfi, Giuseppe Stampone, Marco Tirelli, Grazia Toderi, Gilberto Zorio ecc – hanno scelto diverse modalità di rappresentazione dello sport: dell’azione atletica alla raffigurazione di un personaggio emblematico di una disciplina sportiva, dall’abbigliamento ai luoghi più significativi dedicati allo sport.

LABORATORI DIDATTICI
In occasione di Game Open saranno organizzati laboratori didattici che hanno come obiettivo quello di far vivere un momento di apprendimento e di crescita attraverso un approccio creativo e dinamico all’arte contemporanea. Il giovane pubblico sarà chiamato a confrontarsi su temi legati alle discipline sportive, mostrando così la forte relazione tra arte e sport.