Human Landscapes

Firenze - 07/01/2020 : 10/01/2020

La FGF Industry celebra il suo ventennale in collaborazione con Pitti Immagine Uomo e una mostra immersiva, presentata da Blauer presso la Dogana di Firenze, con la fotografia di James Mollison.

Informazioni

  • Luogo: DOGANA DI FIRENZE
  • Indirizzo: via Valfonda 25 - Firenze - Toscana
  • Quando: dal 07/01/2020 - al 10/01/2020
  • Vernissage: 07/01/2020 ore 16 su invito
  • Autori: James Mollison
  • Curatori: Felice Limosani
  • Generi: fotografia
  • Orari: DURATA DELLA MOSTRA: 8 GENNAIO -10 GENNAIO DALLE 9 ALLE 19
  • Biglietti: ingresso libero
  • Email: info@studiorioles.it

Comunicato stampa

La FGF Industry celebra il suo ventennale in collaborazione con Pitti Immagine Uomo e una mostra immersiva, presentata da Blauer presso la Dogana di Firenze.

Un viaggio on the road negli Stati Uniti realizzato per Blauer dal fotografo britannico James Mollison. Una narrazione visiva di paesaggi e personaggi autentici, attraverso un reale spaccato americano dei nostri tempi.

“Abbiamo voluto creare un diverso modo di comunicazione che tenesse conto di quello che rappresenta Blauer nel mondo con personaggi e paesaggi veri americani come lo spirito autentico del brand

Abbiamo collaborato con James Mollison perchè è l’artista con il talento adatto per realizzare il difficile compito. Per noi Firenze è il palcoscenico perfetto per presentare questo racconto di immagini e Pitti il partner migliore per comunicarlo al meglio ” dice Enzo Fusco, Presidente di FGF Industry e direttore creativo del brand Blauer Usa

“Desideravo conferire un’autenticità al progetto“ racconta di questa avventura il fotografo James Mollison, “creando opportunità di incontri con persone comuni, non modelli di professione, ma persone vere, che potessero incarnare lo spirito americano.“

Felice Limosani curatore della mostra aggiunge “Osservando con sensibilità e attenzione il lavoro di James Mollison, si percepisce la potenza visiva che ha colto nei territori, nei luoghi e nelle atmosfere. Ma soprattutto si può dedurre come siano le persone che ha incontrato, il loro modo di essere e di vivere la vita. Per questo motivo ho scelto di lavorare solo con i contenuti originali del suo viaggio in modo che continuasse. Come in un remake, ho creato un percorso immersivo con le immagini, le voci, le musiche e i paesaggi mozzafiato della California, Colorado, Michigan e Texas.”