Erik Saglia

Bergamo - 28/02/2014 : 10/05/2014

L’artista, partendo dalle implicazioni della “griglia modernista”, la enfatizza e ristruttura replicandola con il nastro adesivo che, steso perfettamente in linee ortogonali, copre le macchie camouflage; lo scotch è incollato in modo preciso e rigoroso, sottoponendo il corpo alla disciplina del gesto esatto che contrasta con la libera aggregazione delle macchie sottostanti.

Informazioni

  • Luogo: THOMAS BRAMBILLA - CONTEMPORARY ART
  • Indirizzo: Via Casalino 25 - Bergamo - Lombardia
  • Quando: dal 28/02/2014 - al 10/05/2014
  • Vernissage: 28/02/2014 ore 18,30
  • Autori: Erik Saglia
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Martedì/Tuesday – Sabato/Saturday h.14:00-19:00.

Comunicato stampa

La galleria Thomas Brambilla è felice di presentare la prima personale dell’artista torinese Erik Saglia.
L’artista, partendo dalle implicazioni della “griglia modernista”, la enfatizza e ristruttura replicandola con il nastro adesivo che, steso perfettamente in linee ortogonali, copre le macchie camouflage; lo scotch è incollato in modo preciso e rigoroso, sottoponendo il corpo alla disciplina del gesto esatto che contrasta con la libera aggregazione delle macchie sottostanti

Il risultato è una superficie monocroma color crema che incorpora tutte le sovrapposizioni, compreso un ulteriore livello flat di resina epossidica trasparente che, oltre a fissare il tutto, rende le superfici lucide e fa risaltare la trasparenza dello scotch.
L’uso dei materiali, vernice spray, scotch e resina sintetica, cerca di rinnovare il concetto di superficie, eliminando ogni aspetto biografico e pop ricollegando il lavoro di Erik Saglia alle ricerche spazialiste di Lucio Fontana e alla lezione di Alighiero Boetti e la sua capacità di usare la “griglia modernista” per realizzare opere sorprendenti per fantasia ed estro.
Una pittura fluida, che lascia libertà al gesto dell'artista, viene implementata da una metodicità meccanica basata sulla ripetizione di un movimento che già in partenza conosce il suo inizio e la sua fine, proprio come un atto atletico che si ripete tra concentrazione, fatica e dedizione.
Per la mostra l’artista presenta sei pannelli di grandi dimensioni.

Thomas Brambilla gallery is proud to present the first solo show by artist Erik Saglia from Turin.
The artist, starting with the implications of the "modernist grid", emphasizes and restructures it replicating it with adhesive tape, that, perfectly laid in orthogonal lines, covers the camouflage spots; the tape is stuck in a precise and rigorous way, submitting the body to the discipline of the exact gesture that contrasts with the free aggregation of the spots below. The result is a cream colored monochrome surface that incorporates all the overlays, including an extra flat layer of transparent epoxy resin which, in addition to fix everything, makes the surfaces shining and highlights the tape’s transparency.
The use of materials, spray paint, tape and synthetic resin, seeks to renew the concept of surface, deleting every biographical and pop aspect reconnecting the work by Erik Saglia to the Spatialist research by Lucio Fontana and the lesson of Alighiero Boetti and his ability to use the "modernist grid" to realize works that are amazing for imagination and creativity.
A fluid painting, that leaves freedom to the gesture of the artist, is implemented by a mechanical method based on the repetition of a movement that already in the beginning knows its start and its end, just as an athletic act that is repeated among concentration, effort and dedication.
For the exhibition, the artist presents six big dimension panel.




Erik Saglia

Nato nel 1989 a Torino, dove vive e lavora.
Born in 1989 in Turin (Italy), where he lives and works.

Educazione/Education

2013
Accademia Albertina di Belle Arti, Turin, Italy


Mostre/Exhibitions

2014
SNIFFINGLUE, Thomas Brambilla Gallery, Bergamo, Italy (solo).
Double solo show with Ned Vena, Basilica Santa Maria Maggiore, Bergamo, Italy (upcoming).

2013
Too big or not too big, Thomas Brambilla Gallery, Bergamo, Italy (with William Anastasi, Dario Beatovic, Dove Bradshaw, Marco Cingolani, Tom Friedman, Oscar Giaconia, Thomas Helbig, Anatoly Osmolovsky, Alessia Xausa) (group).


Premi/Awards

2012
Academy Pride, Premio Nazionale delle Arti


Workshop

2011
In residence curated by Barbara Brondi & Mario Rainò with BCXSY, Studio Besau-Marguerre, Pepe Heykoop, Maarten De Ceulaer, Daniel Rybakken


Bibliografia/Bibliography

"Il Sole 24 Ore" (Arte), Pia Capelli, "Due padiglioni allargati", 29/01/2014.
"Corriere della Sera" (Speciale Arte), Raffaella Oliva, "Tutte le strade dei giovani talenti", 24/01/2014, pag. 13.
"La Stampa" (Torino Sette), Luca Beatrice, L’occhio esigente, 10/05/2013, pag. 41.
"Notizie. Periodico d’informazione della regione Piemonte", Luca Beatrice, "Un mondo aperto e curioso", marzo 2013, pag. 16.
"La Repubblica" (sezione Torino), "All’Albertina le opere dell’Academy Pride", 11/11/2012, pag. 3.