Elettricità che cura

Milano - 25/01/2012 : 25/01/2012

La mostra Elettricità che cura, tra Positivismo e Bella Epoque raccoglie gli strumenti utilizzati in passato nell’ambito della medicina elettrica, prodotti dalle maggiori aziende europee ed americane.

Informazioni

  • Luogo: UNIVERSITA' MILANO-BICOCCA
  • Indirizzo: Piazza Dell'ateneo Nuovo 1 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 25/01/2012 - al 25/01/2012
  • Vernissage: 25/01/2012 ore 10.30
  • Generi: documentaria
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

Università degli Studi di Milano-Bicocca



Edificio U6, Piano terra - Piazza dell’Ateneo Nuovo 1, Milano



Elettricità che cura, tra Positivismo e Belle Époque



La cintura elettrica del dottor McLaughlin, la macchina magneto-elettrica portatile per la cura delle malattie nervose e un deconsendatore cerebrale per il riequilibrio delle forze psico-fisiche. Sono solo alcuni degli oltre quaranta strumenti utilizzati dal 1850 fino agli anni venti del ‘900 per curare disturbi fisici e psichici





La mostra Elettricità che cura, tra Positivismo e Bella Epoque raccoglie gli strumenti utilizzati in passato nell’ambito della medicina elettrica, prodotti dalle maggiori aziende europee ed americane. L’uso e il funzionamento delle macchine sarà illustrato attraverso libri d’epoca, documenti e tavole esplicative che consentiranno di ricostruire il contesto sociale e storico nel quale le cure elettriche toccarono l’apice della diffusione.

L’organizzazione dell’evento è sotto la direzione di Christian Carletti dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca e di Oronzo Mauro di Misurando.com. La mostra è patrocinata dal centro ASPI (Archivio storico della Psicologia Italiana), da milanocittadellescienze.it, dal Dipartimento di Psicologia dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca e dalla Fondazione Cariplo