Eldi Veizaj – Il Fantastico Mondo di Eldi

Bologna - 02/02/2019 : 08/03/2019

Anche quest’anno in occasione di Arte Fiera, il prestigioso Poliambulatorio Giardini Margherita, centro specialistico con sede nell’ex Convento e Convitto dell’Istituto Figlie del Sacro Cuore del ‘500 nel centro di Bologna, si inserirà tra gli eventi da non perdere durante la Art City White Night ospitando la mostra personale dell'artista Eldi Veizaj.

Informazioni

Comunicato stampa

Anche quest’anno in occasione di Arte Fiera, il prestigioso Poliambulatorio Giardini Margherita, centro specialistico con sede nell’ex Convento e Convitto dell’Istituto Figlie del Sacro Cuore del ‘500 nel centro di Bologna, si inserirà tra gli eventi da non perdere durante la Art City White Night ospitando la mostra personale dell'artista Eldi Veizaj.

Nato nel 1982 a Fier, in Albania, Eldi Veizaj vive e lavora a Bologna, nella cui Accademia di Belle Arti si è laureato. Dal 2018 fa parte di ArieteLab, spin-off di L’Ariete artecontemporanea, curato da Eleonora Frattarolo



E’ affascinante e singolarissima, l’iconografia che Eldi Veizaj mette in scena su grandi tele e fogli di carta di differenti dimensioni. Un’ originalità di forme della rappresentazione che si avvale dell’ altrettanto originale tecnica adoperata, l’ acquerello su tela. Solo in alcuni tessuti di tradizione popolare albanese ho ritrovato quella mistione di colore e di andamenti che caratterizzano il lavoro di Eldi. Ogni immagine sulle sue tele ne evoca e contiene altre, in un liquido amniotico di pittura sapiente, evocatrice di trasparenti fluidi acquorei, che si configurano e diluiscono, coagulano e scorrono, accoppiano e separano, sovrappongono e svaniscono. E’ il mistero della nascita, dell’origine, di Regni che ne contengono altri e altri ancora, un sistema di nessi ecologici in cui ogni cellula è in continua trasformazione e insieme contenitrice di una stratificata memoria biologica. Idee figurali naturalmente olistiche, per cui il tutto è intimamente implicato in ogni propria parte, e ogni parte contiene la memoria del tutto.
Eleonora Frattarolo