Eat Art – Arte a Tavola – Massimo Bottura

Torino - 16/02/2015 : 16/02/2015

Quattro chef di fama internazionale e l’arte contemporanea: sono questi gli ingredienti alla base degli incontri di Eat Art – Arte in Tavola, l’iniziativa programmata dalla Fondazione De Fornaris.

Informazioni

Comunicato stampa

Proseguono gli appuntamenti di Eat Art – Arte a Tavola, l’iniziativa della Fondazione De Fornaris di Torino, presieduta da Piergiorgio Re, che indaga il rapporto tra arte contemporanea e alta cucina con la partecipazione di quattro chef di fama internazionale. Dopo l’incontro inaugurale con Gualtiero Marchesi, lunedì 16 febbraio alle ore 18:30, presso la sala conferenze della Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea (GAM) di Torino, sarà il tristellato Massimo Bottura l’ospite del secondo appuntamento in calendario



Dopo una breve introduzione di Enrica Melossi, lo chef modenese spiegherà con un ampio intervento il ruolo dell’arte contemporanea nella sua cucina e nella sua vita, affiancato da Danilo Eccher che aprirà un momento di dibattito fatto di alcune domande di approfondimento.

Oltre che ispirazione per alcune sue celebri creazioni, come “Tutte le lingue del mondo” e “Camouflage” (nella foto), la passione per l’arte contemporanea ha portato Bottura a scegliere opere di Francesco Vezzoli e di Maurizio Cattelan per l’arredamento della sua storica Osteria Francesca di Modena, nominata terzo ristorante al mondo dall’autorevole World’s 50 Best Restaurants Academy.

Figura di spicco del panorama culinario italiano e internazionale, Bottura è stato insignito delle tre stelle Michelin nel 2011, riconoscimento che corona una carriera iniziata nel 1986. Altrettanto consolidata nel tempo è l’attenzione verso le produzioni degli artisti contemporanei, di cui Bottura parla anche in “Vieni in Italia con me” (tit. originale “Never trust a skinny italian chef”), il libro edito da L’Ippocampo e scritto con il supporto della moglie Lara, in cui lo chef spiega l’essenza della sua cucina, tra citazioni di artisti, ispirazioni di opere d’arte e riferimenti musicali.

L’ingresso all’incontro è libero fino a esaurimento dei posti disponibili e al termine è previsto un cocktail offerto da Excantia e Gerla.

Eat Art – Arte a Tavola è un’iniziativa della Fondazione Guido ed Ettore De Fornaris alla quale ha collaborato Enrica Melossi, inserita negli appuntamenti di Expo – Exto 2015.

Gli appuntamenti successivi di Eat Art ospiteranno gli chef Enrico Crippa (23 febbraio) e Matteo Baronetto (2 marzo).