Dutch Invertuals – Untouchables retouched

Milano - 16/04/2012 : 23/04/2012

Costantemente in cerca dei limiti della loro professione, Dutch Invertuals (nati e nutriti dalla cura di Wendy Plomp), espongono la propria riflessione sulla contemporaneità attraverso immagini, oggetti, materiali, visioni e storie.

Informazioni

  • Luogo: SPAZIO O'
  • Indirizzo: Via Pastrengo 12 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 16/04/2012 - al 23/04/2012
  • Vernissage: 16/04/2012 ore 18
  • Autori: Dutch Invertuals
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: h.10.30 - 20.00

Comunicato stampa

DUTCHINVERTUALS_UNTOUCHABLES/RETOUCHED (NL)
SHAREWOOD a Bookshop for O’ by MammaFotogramma Studio

inaugurazione lunedì 16 aprile h.18.00
dal 17 al 23 aprile h.10.30 - 20.00


In occasione del Salone del Mobile 2012, O’ ospita dal 16 al 23 aprile UNTOUCHABLES RETOUCHED, progetto del collettivo olandese Dutch Invertuals e unitamente, il 16 aprile, apre il proprio bookshop permanente, con un progetto di allestimento di MammaFotogramma Studio.

Costantemente in cerca dei limiti della loro professione, Dutch Invertuals (nati e nutriti dalla cura di Wendy Plomp), espongono la propria riflessione sulla contemporaneità attraverso immagini, oggetti, materiali, visioni e storie


Con questa mostra, Dutch Invertuals risponde alla perdita di libertà e al diffuso senso di precarietà del nostro tempo portando il tema della fragilità e della vulnerabilità dentro al design contemporaneo, dando forma a un mondo, una sorta di zona di sicurezza.
Equilibrio, sensibilità, curiosità e caducità.
Espongono Daphna Laurens, Edhv, Mieke Meijer, Raw Color, Jetske Visser, Jeroen Wand, Maurizio Montalti, Kirstie van Noort, Susana Camara & Mike Thompson, Adrien Petrucci, Paul Heijnen.

Il bookshop di O’ apparso timidamente i primi di marzo si popola di editoria d’artista, riviste, libri, film, dischi, tape, come germogliati dall’allestimento di MammaFotogramma Studio di Milano, ovvero Gianluca Lo Presti, Giulio Masotti, Marco Falatti, Federico Della Putta, Ettore Tripodi.
Artigiani dell’impossibile indagano in modo trasversale tutta la ricchezza di ciò che si pensa con la testa (e con un po’ di pancia) e si fa con le mani: una serie di esemplari unici realizzati a mano allestiranno gli spazi del nuovo bookshop. Sharewood è un sistema d’arredo che può generare ed inglobare diverse funzioni. Nasce nel cuore delle montagne del Trentino dove i tronchi sono stati scelti uno a uno; il bosco, con il suo fascino ed i suoi profumi, ora è qui per generare spazi e disturbare le rigide prospettive dell’architettura cittadina.

Soglie_Thresholds è un progetto e un’azione partecipata di (x) femmine, (x) maschi, abitanti del quartiere Isola. L’idea è di segnare gli spazi e raccontare le relazioni che un’azione - di scrittura urbana - attiva tra le persone e i luoghi.
Tra via confalonieri, via pepe, via pastrengo, via carmagnola, via dalverme, via cola montano, via della pergola, via garigliano, via pollaiuolo, via lambertenghi, via medardo rosso, 500 mt. di nastro adesivo magenta fluo.