Doppio inContro

Mercato Saraceno - 19/01/2013 : 19/01/2013

Un doppio appuntamento: l’incontro con il fotografo Cesare Fabbri per l’apertura del ConCorso inContro ed il lancio pubblico del progetto Auricoli da rumore, con esposizione di protipi e progetti.

Informazioni

  • Luogo: RAD'ART
  • Indirizzo: Via Mulino di Sopra g Località San Romano 47025 - Mercato Saraceno - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 19/01/2013 - al 19/01/2013
  • Vernissage: 19/01/2013 ore 17
  • Generi: incontro – conferenza, serata – evento

Comunicato stampa

Eventi:
inContro con il fotografo Cesare Fabbri
Apertura del ConCorso inContro, terza edizione del workshop fotografico | Arte partecipata | Arte in relazione.
inContro con il progetto Auricoli da rumore
Esposizione della collezione del CeDR’A (Centro Documentazione Rad’Art) dei prototipi per il progetto Auricoli da rumore, da un progetto di Francesco Michi.

Sabato 19 gennaio 2013, ore 17:00
Spazio Rad’Art

Organizzazione:
The Rad’Art Project | Associazione Artéco in collaborazione con il Comune di Mercato Saraceno -Assessorato alla Cultura



info:
Anton Roca, art director The Rad’Art Project | Associazione artéco: 339 243 01 30
mail: [email protected]


[Comunicato Stampa]

Sabato 19 gennaio 2013, dalle ore ore 17:00 presso lo spazio Rad’Art di San Romano, si svolgerà un doppio appuntamento: l’incontro con il fotografo Cesare Fabbri per l’apertura del ConCorso inContro ed il lancio pubblico del progetto Auricoli da rumore, con esposizione di protipi e progetti.

Apertura del ConCorso inContro
Giunto alla sua terza edizione, il workshop fotografico ConCorso, ospita quest’anno il fotografo ravennate Cesare Fabbri. Attraverso la formula dell’incontro con l’autore, il fotografo condividerà la sua opera di ricerca nell’ambito della fotografia con i partecipanti al ConCorso ed il pubblico in generale.
La presenza del fotografo risponde ad uno degli obbiettivi del workshop fotografico ConCorso che, insieme ai momenti di condivisione, di scambio creativo e di formazione tecnica, intende favorire l’incontro con fotografi di alto profilo professionale, attraverso il dialogo e lo scambio diretto.

Progetto Auricoli da rumore
Con la mostra dei prototipi e dei progetti custoditi nel CeDR’A (Centro Documentazione Rad’Art), si dà inizio al progetto Auricoli da rumore, per l’anno 2013. Il progetto, nato da un’idea del musicista fiorentino Francesco Michi, si sviluppa attraverso la collaborazione fra The Rad’Art Project/Associazione artéco e FKL (forum per il paesaggio sonoro) e prevede il coinvolgimento di artisti e designer appositamente invitati.
Il primo nucleo della raccolta, oggetto della mostra odierna, è costituito dagli elaborati degli artisti: Patrizia Agatensi, Matteo Manenti, Andrea Marescalchi, Luca Miti, Pierangelo Orecchioni, Daniela Perego, Anton Roca, Fried Rosenstock e Silvano Tontini.
Nell'idea progettuale, gli Auricoli da Rumore potrebbero essere oggetti da indossare per difendere le nostre orecchie dal frastuono, dal suono o rumore eccessivo, dallo stress acustico, dai suoni lancinanti e continui, da tutto ciò che nelle nostre città (ma non solo) offende il nostro udito.
Gli studi attuali attribuiscono al rumore continuo delle città una compartecipazione importante nell'insorgenza di sempre più numerose patologie. È abbastanza ovvio che l'Auricolo, oggetto fantasioso e metaforico, non rappresenta seriamente una soluzione al problema dell'inquinamento acustico, ma è giusto un pretesto per richiamare su questo tema la nostra attenzione ed il nostro pensiero.
L’Auricolo da rumore è una necessità per difendersi dal rumore, come gli occhiali ci proteggono dalla luce eccessiva; ma sono anche un oggetto elegante, che fa piacere indossare perché ha un bel design, perché la sua forma è suggestiva, perché magari è uno status symbol, perché finalmente è realmente il simbolo del desiderio di un orizzonte acustico più chiaro e pulito.

Il progetto Auricoli da rumore è sostenuto dalla Regione Emili-Romagna e dalla Provincia Forlì-Cesena

Gli ospiti
Cesare Fabbri. Dopo gli studi allo IUAV di Venezia, collabora come assistente alla didattica del professor Guido Guidi. Insieme a Silvia Loddo ha fondato, a Ravenna, l’Osservatorio fotografico per la promozione e lo studio della fotografia.

Francesco Michi. Vive e lavora a Firenze, dove si è laureato in Filosofia e successivamente diplomato in Musica Elettronica presso il Conservatorio di Musica. Nel 1982, insieme a Mechi Cena e Jorge Martinez, fonda FORMAT - architetture sonore -, gruppo di musicisti che opera seguendo due principali filoni di ricerca; da una parte la sperimentazione di approcci creativi con i materiali che la tecnologia, soprattutto quella povera, offre all'uso quotidiano. Dall'altra lo studio dell'ambiente acustico (paesaggio sonoro) e delle sue modificazioni.



San Romano di Mercato Saraceno, 17 gennaio 2013