Donne ad alta quota

Milano - 19/02/2014 : 09/03/2014

L’esposizione celebra i venticinque anni di attività della Fondazione Marisa Bellisario, uno dei più credibili e autorevoli laboratori e osservatori sul lavoro e sulle carriere femminili.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO REALE
  • Indirizzo: Piazza Del Duomo 12 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 19/02/2014 - al 09/03/2014
  • Vernissage: 19/02/2014 ore 12 su invito
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: Giorni e orario d’apertura: lunedì 9.30 – 14.30 Martedì, mercoledì, venerdì e domenica 9.30 alle ore 19.30 Giovedì e sabato 9.30 – 22.30 – Ultimo ingresso mezz’ora prima della chiusura
  • Biglietti: ingresso libero
  • Email: m.abbate@fondazionebellisario.org
  • Uffici stampa: 24 ORE CULTURA – GRUPPO 24 ORE

Comunicato stampa

Dopo la tappa romana, arriva a Palazzo Reale di Milano la mostra “Donne ad alta quota” che sarà aperta gratuitamente al pubblico dal 19 febbraio al 9 marzo 2014. L’esposizione celebra i venticinque anni di attività della Fondazione Marisa Bellisario, uno dei più credibili e autorevoli laboratori e osservatori sul lavoro e sulle carriere femminili. La mostra, sotto L’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana, promossa dal Comune di Milano – Cultura e Palazzo Reale e in collaborazione con 24 ORE Cultura – Gruppo 24 ORE, è curata dall’on

Lella Golfo, Presidente della Fondazione Marisa Bellisario e ospita foto, immagini, riconoscimenti, materiali d’archivio che raccontano l’impegno di una Fondazione che ha contribuito al cambiamento della società italiana, spesso anticipando anche le Istituzioni.


LE SEZIONI DELLA MOSTRA


Nella prima sezione, accolti da una video-intervista della Presidente Lella Golfo, foto di momenti importanti – dagli incontri istituzionali con il Santo Padre, Presidenti della Repubblica e del Consiglio e ambasciatori – e materiali d’archivio inediti raccontano la storia della Fondazione Bellisario. Dai convegni, alle ricerche; dagli appelli ai corsi di formazione; dalle Campagne per il merito ai Manifesti; dalle pubblicazioni agli inserti allegati a Il Sole 24 Ore, fino alla legge che introduce le quote di genere nelle società quotate e controllate, la più avanzata in Europa, prima firmataria l’on. Lella Golfo.

La seconda sezione è dedicata a Marisa Bellisario. Le foto, le onorificenze e i Premi ricevuti nel corso della sua breve ma intensa vita raccontano la prima manager donna di un’azienda pubblica italiana, prima icona ed esempio di leadership femminile.

La terza sezione descrive con parole e suggestive immagini tutte le missioni internazionali – dall’India alla Palestina, dall’Afghanistan al Rwanda – promosse per aiutare le donne meno fortunate attraversò iniziative di solidarietà e formazione.

La quarta sezione è dedicata al seminario Donna Economia e Potere, la “Cernobbio delle Donne” arrivata alla XIV Edizione, che ogni anno in una diversa città italiana raduna centinaia di imprenditrici, manager e professioniste per approfondire i temi dell’attualità economica e politica attraverso un confronto diretto con i più significativi rappresentanti del mondo di istituzioni, politica, imprese e società civile.

La quinta sezione mostra le autentiche protagoniste della Mostra: oltre 400 Mele d’Oro, simboli di coraggio, intraprendenza, intelligenza creativa, determinazione per una vera e propria “Esposizione del talento e delle virtù femminili”. Dalla ‘regine’ indiscusse della moda italiana come Alberta Ferretti, Carla Braccialini, Angela Missoni, Carla Fendi, Raffaella Curiel, Anna Molinari, Imelde Bronzieri e Nicoletta Spagnoli, a manager e professioniste del calibro di Diana Bracco, Caterina Caselli, Beatrice Trussardi, Livia Pomodoro, Gina Nieri, Maria Latella, Simonetta Matone, Francesca Pasinelli, Patrizia Grieco, Milka Pogliani, Donatella Treu, Franca Coin, Daniela Sacerdote Ottolenghi, Alessandra Ghisleri, Silvana Giacobini, sono tantissime le eccellenze femminile che raccontano – con foto, filmati, oggetti personali e manufatti – se stesse e le ragioni del proprio successo. E poi ancora i pannelli dedicati alle Ministre della Repubblica che hanno ricevuto la Mela d’Oro e uno spazio riservato ai giovani talenti “scoperti” dalla Fondazione e alle neolaureate con il massimo dei voti in materie scientifiche, premiate nel corso degli anni.
A corollario della sezione, i manifesti, le pubblicazioni e gli inserti allegati a Il Sole 24 Ore che hanno accompagnato 25 Edizioni del Premio Bellisario.