Centrale Fies | Aperture 2021

Dro - 28/05/2021 : 04/07/2021

In quest’anno di forti cambiamenti per l’intero comparto artistico e produttivo, il centro internazionale di ricerca per le pratiche performative contemporanee, trova una formula rinnovata per aprire parte della ricerca annuale ai suoi pubblici.

Informazioni

  • Luogo: CENTRALE FIES
  • Indirizzo: Località Fies 1 - Dro - Trentino Alto Adige
  • Quando: dal 28/05/2021 - al 04/07/2021
  • Vernissage: 28/05/2021
  • Generi: performance – happening, teatro
  • Orari: 28-29-30 maggio// 9-13 giugno// 2-4 luglio

Comunicato stampa

Un centro di ricerca per le pratiche performative contemporanee, all’interno di una delle più importanti centrali idroelettriche e storiche del Trentino.



In quest’anno di forti cambiamenti per l’intero comparto artistico e produttivo, il centro internazionale di ricerca per le pratiche performative contemporanee, trova una formula rinnovata per aprire parte della ricerca annuale ai suoi pubblici





28-29-30 maggio

THANK YOU FOR COMING

a cura di Barbara Boninsegna e Marco D’Agostin

PROGRAMMA INTEGRALE SU CENTRALE FIES.IT



9-10-11-12-13 giugno

Live Works Summit 2021

a cura di Barbara Boninsegna, Simone Frangi

e con Mackda Ghebremariam Tesfau', Justin Randolph Thompson



1-2-3 luglio

Feminist Futures Festival

a cura di Filippo Andreatta e Barbara Boninsegna



Centrale Fies rivoluziona la programmazione annuale, non più legata a un festival estivo.



Una scelta forte quella di mutare definitivamente la forma festival storica di Drodesera al suo ipotetico 41esimo anno per rilanciare, anche nell’immaginario collettivo, una realtà -quella di Centrale Fies- che da anni produce performance, spettacoli e mostre, non solo una programmazione pubblica estiva, oltre a simposi sulle politiche culturali, laboratori per bambini e per ragazzi under 35, momenti continui di studio e formazione per artisti e artiste, curatori, ricercatrici. Portando avanti parallelamente una ricerca su specifici temi e assi storici del performativo, in uno scambio continuo con il mondo accademico nazionale (Università IUAV di Venezia) e internazionale (Accademia di Belle Arti di Bruxelles) all'interno di un sistema diffuso e produttivo di narrazioni e contronarrazioni fondamentali ad affrontare futuri sempre più complessi.



La Direzione generale di Dino Sommadossi individua e crea nuovi dispositivi per rendere accessibile al territorio, ad una politica culturale in continua evoluzione, ad artisti e artiste, il lavoro di una board curatoriale composta da curatori e curatrici, sociologhe, artisti, ricercatrici, formata da Barbara Boninsegna con Simone Frangi, Claudia D’Alonzo, Filippo Andreatta, Mackda Ghebremariam Tesfau’, Denis Isaia, Justin Randolph Thompson e la curatela esecutiva di Maria Chemello. Se Drodesera era ampiamente riconosciuto tra i festival italiani performativi più longevi, l’annuale lavoro di Centrale Fies è sempre rimasto più laterale e defilato, così come lo è la ricerca a fronte dei risultati condivisi all’esterno del centro. Ecco la scelta di rivoluzionare la programmazione di Centrale Fies non più legata a un festival annuale, bensì scandita dagli eventi più importanti del centro di ricerca che sceglie di aprirsi al pubblico più volte, al ritmo del suo lavoro. Perché l’arte non si compie solo nel momento in cui si va in scena, ma è un processo lungo, delicato, quotidiano e necessario. Non è un caso che la comunicazione 2021 titoli i materiali online e offline con la frase “C’è un posto vicino a te che ancora non conosci”, un modo per strizzare l’occhio a chi già conosce il centro di ricerca e allo stesso modo per presentarsi e invitare chi ancora non lo conosce. Per tutto il 2021 a Centrale Fies sarà possibile vedere pubblicamente gli esiti della sperimentazione: a maggio l’occasione per aprire Centrale Fies sarà la fine di una lunga residenza artistica - all’interno di PASSO NORD - di Marco D’Agostin con l’opera coreografica SAGA; a giugno la presenza di artisti e artiste internazionali per Live Works, la Free School of performance; a luglio saranno riuniti a Centrale Fies 10 tra i centri e i teatri più importanti d’Europa per il meeting ufficiale del network APAP, di cui Fies fa parte. I pubblici di Centrale Fies avranno la possibilità di vedere da vicino prove aperte, performance, exhibit, e di fruire degli incontri sulle linee di lavoro e sulle politiche culturali.

In un momento in cui il settore sta attraversando un periodo delicato è importante esserci con più costanza.

Centrale Fies: un nuovo polo di ricerca permanente per le arti...

Dal festival alla ricerca. È questo il percorso compiuto da Centrale Fies, a Dro, polo di eccellenza nel campo delle arti performative. Ne abbiamo parlato con i curatori.