Boccanera Fiction

Trento - 13/05/2020 : 13/06/2020

Boccanera Gallery ha deciso di presentare una nuova mostra digitale dedicata all’immaginazione.

Informazioni

  • Luogo: BOCCANERA GALLERY + BOCCANERA PROJECT ROOM
  • Indirizzo: via Alto Adige 176 38121 - Trento - Trentino-Alto Adige
  • Quando: dal 13/05/2020 - al 13/06/2020
  • Vernissage: 13/05/2020 NO SOLO EVENTO ONLINE
  • Generi: serata – evento

Comunicato stampa

BOCCANERA FICTION


"Nulla è così doloroso per la mente umana come un grande e improvviso cambiamento."
Mary Wollstonecraft Shelley, Frankenstein, Londra, 1818


Nella storia, l'arte ha dato conforto all’uomo in tempi difficili. E In un momento in cui molti di noi sono alla ricerca di questa fuga, o di una breve pausa dall'assalto delle notizie quotidiane, Boccanera Gallery ha deciso di presentare una nuova mostra digitale dedicata all’immaginazione

Ad un certo punto, è come se il coronavirus fosse scomparso per almeno un attimo dai nostri pensieri, forse perché non ne potevamo più del freddo calcolo dei contagi, dei grafici, dei picchi e della fine degli inni sui balconi.


Proprio in un momento in cui la realtà ha superato la fantasia, vogliamo tornare a indagare l’arte, per affrontare questa situazione attuale, attraverso tutti i paradigmi di lettura possibili. È la nostra quarantena a convincerci di stravolgere la programmazione della galleria e a far rispuntare le tante letture delle meravigliose o anche spaventose avventure che si raccontano nella poetica dei nostri undici artisti e nei loro video. Una scelta che ci può sembrare la più azzeccata, visti i tempi. Del resto, lavorando da casa, cosa c'è di meglio, al tempo del nemico invisibile, prendersi il privilegio di pensare ad altro utilizzando le proprie risorse? Facendo rispuntare delle emozioni dentro ciascuno di noi.


Dai mondi dell’inconscio, dai fantasmi del passato e della fantasia di Nebojša Despotović, alle grandi pennellate di Andrea Fontanari che presentano i ricordi dell’infanzia come fotografie felici di un porto sicuro. Passando all’erotismo degli scatti di Dido Fontana, per poi approdare all’esplosione di vivacità di Daniel González del suo mondo sudamericano, dove l’arte è un pensiero collettivo. Le tante prospettive condensate in un solo dipinto di Linda Carrara, invece, costruiscono una realtà immaginifica e sospesa che conduce l’osservatore altrove. E Tamara Janes, attraverso la sua ricerca ispirata allo scritto “In defence of the Poor Image” di Hito Steyer, recupera gli scarti fotografici di Internet, creando nuovi assembramenti anche impossibili. Le composizioni floreali di Jared C. Deery diventano umane come nel giardino delle meraviglie. Richard Loskot ricrea la natura con la tecnologia. Cristian Avram con la sua voce malinconica ricorda un tempo lontano, alle porte del Giudizio Universale. Federico Seppi interviene direttamente nella natura e sulla natura. Veronica de Giovanelli fa inaspettatamente esplodere il paesaggio nella sua dimensione più viscerale e profonda.


Boccanera - con questa mostra sull’immaginazione - vuol dire al mondo che non si arrende. L‘Arte è vita, è passione. Si può trovare anche negli attimi più tenebrosi, se solo ci si ricorda di aprire gli occhi alla felicità del vivere e di quello che vediamo. Vi Invitiamo a sorprendervi.

La mostra digitale, con la galleria a porte chiuse, sarà accessibile attraverso tutti i canali online della galleria: sito web, newsletter e nei social Instagram, Facebook, Twitter e WhatsApp. Dal mercoledì alla domenica, verrà pubblicata online un'opera attraverso i social della galleria. Una mostra che ci avvicina in un momento in cui dobbiamo rimanere distanti, e che allo stesso tempo ci porta alla riflessione, dandoci il tempo di analizzare e osservare un'opera alla volta.

Mostra digitale. In occasione del 13^anniversario dell’apertura della galleria
Apertura online, mercoledì 13 maggio, 2020
Boccanera Online | Instagram, Facebook, Twitter, WhatsApp
13 maggio - 13 giugno, 2020 (mercoledì, giovedì, venerdì, sabato)
Artisti: Cristian Avram, Linda Carrara, Jared C. Deery, Nebojša Despotović, Dido Fontana, Andrea Fontanari, Veronica de Giovanelli, Daniel González, Tamara Janes, Richard Loskot, Federico Seppi
A cura di Giorgia Lucchi Boccanera



EN
BOCCANERA FICTION


“Nothing is so painful to the human mind as a great and sudden change.”
― Mary Wollstonecraft Shelley, Frankenstein, London, 1818

Thought the ages, art has provided solace in challenging times. At a time when so many of us are looking for a feel-good moment, or a brief respite from the onslaught of the daily news cycle, Boccanera Gallery decided to present a new online exhibition dedicated to the imagination. At one point, coronavirus disappeared from our thoughts for at least a second. Maybe we were fed up with the cold number of contagions, graphs, peaks, and the end of hymns on balconies.


We are living a reality that has overtaken fantasy. We want to go back to investigating art, to face the current situation through all the possible paradigm of interpretation. It is our quarantine that persuades us to overturn the gallery's program and to revive the many interpretations of the beautiful and even frightening adventures that our eleven artists narrate in their poetics and in their videos. The choice may seem the most appropriate given the times. After all, working from home, what could be better, in the time of the invisible enemy, to take the privilege of thinking about something else with your resources? By creating emotions in each of us.


From the worlds of the unconscious, the ghosts of the past and the fantasy of Nebojša Despotović, to the large brushstrokes of Andrea Fontanari presenting childhood memories as happy photographs of a safe harbour. Moving on to the eroticism of Dido Fontana's shots, and then to Daniel González's explosion of liveliness in his South American world, where art is a collective thought. The many perspectives condensed into a single painting by Linda Carrara build an imaginative and suspended reality that leads the viewer elsewhere. And Tamara Janes, through her research inspired by Hito Steyer's "In defence of the Poor Image", recovers the photographic waste of the Internet, creating new assemblages, even impossible ones. Jared C. Deery's flowers become human as in the garden of wonders. Richard Loskot recreates nature with technology. Cristian Avram, with his melancholy voice, recalls a distant time, at the gates of the Last Judgement. Federico Seppi intervenes directly in nature and on nature. Veronica de Giovanelli unexpectedly makes explode the landscape in its most visceral and profound dimension.


Boccanera - with this exhibition about imagination - wants to tell the world that we are not giving up. Art is life, art is passion. It can be found even in the darkest moments, if only you remember to open your eyes to the happiness of life and of what you see. We invite you to surprise yourself.


Our virtual exhibition, with a closed-door gallery, will be accessible through all the gallery's online channels: via website, newsletter, and through the gallery's social networks, Instagram, Facebook, Twitter, and WhatsApp. From Wednesday to Saturday, we will post one artwork through the gallery's social networks. The exhibition wants to bring us closer when we have to remain distant, and at the same time, leads us to contemplation, giving us time to analyse and observe one work at a time.


Online Exhibition. On the occasion of the 13th anniversary off the Gallery
Opening online, Wednesday, 13 May, 2020
Boccanera Online | Instagram, Facebook, Twitter, WhatsApp
13 May - 13 June, 2020 (Wednesday, Thursday, Friday, Saturday)
Artists: Cristian Avram, Linda Carrara, Jared C. Deery, Nebojša Despotović, Dido Fontana, Andrea Fontanari, Veronica de Giovanelli, Daniel González, Tamara Janes, Richard Loskot, Federico Seppi
Curated by Giorgia Lucchi Boccanera