Antonio Pedretti – Territori dell’essere

Lodi - 21/01/2012 : 19/02/2012

Una selezione di circa quaranta opere, appartenenti agli anni recenti, compone la mostra delineando un percorso a fedele ritratto della personalità dell'autore.

Informazioni

  • Luogo: CHIESA DI SAN CRISTOFORO
  • Indirizzo: Via Fanfulla 18 - Lodi - Lombardia
  • Quando: dal 21/01/2012 - al 19/02/2012
  • Vernissage: 21/01/2012 ore 18
  • Autori: Antonio Pedretti
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: da martedì a venerdì: ore 16/19 sabato e domenica: ore 10/12 - 16/19
  • Email: adacta@infoweb2000.com

Comunicato stampa

La pittura di Antonio Pedretti configura nel panorama contemporaneo un'espressione particolare e di forte personalità. La lettura del suo percorso artistico evidenzia una lunga linea di continuità e lucida coerenza di pensiero e linguaggio.
Il fondamento figurativo di Pedretti e la sua poetica, benché strettamente ancorati alla più luminosa tradizione italiana, assumono il significato di specchio dell'attualità e si propongono pertanto non solo nel merito autonomo e intrinseco ma nella funzione strumentale per favorire la conoscenza e la dialettica dell'arte oggi

Valore aggiunto per una mostra che non si limiti all'esposizione di una raccolta di opere ma induca alla riflessione e al dibattito inerente il nostro tempo. In tal senso la mostra corrisponde pienamente alla finalità della gestione pubblica della cultura, che non si esaurisce nella diffusione e valorizzazione dei contenuti artistici ma deve mirare anche alla agevolazione formativa e alla promozione del dialogo tra arte e cittadino.
Nella visione della natura proposta da Antonio Pedretti, nella autenticità pulsante come improvvisa rivelazione, risuonano memoria e suggestione, realtà e proiezione poetica, definizione e vaghezza di comune appartenenza. Il luogo non ha nome eppure è vero come il ricordo del sogno o la pagina dell'immaginario.
I territori della natura divengono spazio dell'essere e in quella immagine agisce la libertà interpretativa dell'osservatore.

Una selezione di circa quaranta opere, appartenenti agli anni recenti, compone la mostra delineando un percorso a fedele ritratto della personalità dell'autore. Un esaustivo catalogo monografico, pubblicato dall'Editore "Centro Diffusione Arte" di Milano, documenterà ampiamente le immagini delle opere esposte, la biografia, il percorso espositivo e la critica dell'artista.

Ideata per lo specifico allestimento nella Chiesa di San Cristoforo in Lodi, a cura di Claudio Rizzi e Mario Quadraroli, con Patrocinio di Regione Lombardia e Provincia di Lodi, la mostra diviene parte integrante del progetto culturale Naturarte della città di Lodi e si rende palcoscenico di dialogo.