I podcast del museo MACTE di Termoli ispirati ai racconti di Italo Calvino

Ersilia è una delle “Città invisibili” dell’omonimo romanzo scritto da Italo Calvino. A raccontarne i caratteri peculiari e a trarne spunto sono le voci di cinque artisti nel podcast “Ersilia. La città emergente”, prodotto dal Museo MACTE di Termoli

Museo MACTE, Ersilia Podcast
Museo MACTE, Ersilia Podcast

Tra le tante città raccontate da Italo Calvino nel suo celebre romanzo Città invisibili c’è Ersilia, sulla quale lo scrittore italiano pone l’accento sulle relazioni interpersonali che la animano. Queste, infatti, cingono gli angoli delle case in una intricata matassa di fili colorati. A districarla, o per meglio dire, raccontarla, ci hanno pensato le curatrici Alice Labor e Ginevra Ludovici, ideatrici del progetto podcast Ersilia. La città emergente, pubblicato sul portare online MACTE Digital del Museo MACTE di Termoli.

ERSILIA NEL PROGETTO PODCAST DEL MUSEO MACTE DI TERMOLI

Nei cinque appuntamenti, le voci di artisti e scrittori, quali Pietro Ballero, Anouk Chambaz, Allison Grimaldi Donahue, Perla Sardella e del duo VacuaMoenia, aprono un dialogo aperto e condiviso con le curatrici, andando alla scoperta della mitica città. Tra racconti e visioni, Ersilia si trasforma in uno spazio collettivo dove il pubblico non vestirà i panni di mero ascoltatore, bensì di abitante della città, ripensando alle istituzioni, le relazioni e i luoghi dello stare insieme. L’intento è quello di ampliare la nostra percezione visiva ed emotiva, tenendo sempre a mente l’abilità intrinseca di artisti, scrittori e poeti di poter immaginare nuove geografie ospitali nelle quali immergersi e trovare risposte per il mondo di domani.

– Valentina Muzi

Vai al podcast

https://fondazionemacte.com/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Muzi
Valentina Muzi (Roma, 1991) è diplomata in lingue presso il liceo G.V. Catullo, matura esperienze all’estero e si specializza in lingua francese e spagnola con corsi di approfondimento DELF e DELE. La passione per l’arte l’ha portata a iscriversi alla Facoltà di Studi Storico-Artistici dell’Università di Roma La Sapienza, laureandosi in Storia dell’Arte Contemporanea e svolgendo il tirocinio formativo presso il MLAC - Museo e Laboratorio di Arte Contemporanea dell’Ateneo, parallelamente ha frequentato un Executive Master in Management dei Beni Culturali presso la Business School del Sole24Ore di Roma. Dal 2016 svolge attività di PR, traduzione di cataloghi, stesura di testi critici e curatela indipendente. Dal 2017 svolge l’attività di giornalista di taglio critico e finanziario per riviste di settore. Attualmente è membro del Board Strategico presso l’Associazione culturale Arteprima noprofit, nella stessa ha svolto il ruolo di Social Media Manager ed è Responsabile organizzativa della piattaforma Arteprima Academy.