200 anni di Dostoevskij. Lo CSAR di Venezia celebra il grande scrittore con un progetto Instagram

Il Centro Studi sulle Arti della Russia dell’Università Ca’ Foscari di Venezia (CSAR) omaggia il celebre autore della letteratura russa a 200 anni dalla sua nascita, lanciando un progetto social per coinvolgere gli appassionati. Ecco come funziona.

200 Dostoevskij
200 Dostoevskij

Nel 2021 ricorre l’anniversario dei 200 anni dalla nascita dello scrittore e filosofo Fëdor Dostoevskij (Mosca, 1821 – San Pietroburgo, 1881), considerato uno dei più grandi romanzieri russi di tutti i tempi, autore di capolavori come Delitto e Castigo, L’idiota e I fratelli Karamazov. Per celebrarlo, il Centro Studi sulle Arti della Russia (CSAR) – promosso dall’Università Ca’ Foscari Venezia e dalla Direzione dei Festival Cinematografici e dei Programmi Internazionali della Federazione Russa – ha pensato di dedicargli un progetto sulla sua pagina Instagram, @csarvenezia, rivolto a tutti gli appassionati. Il progetto, inoltre, cade nell’ambito di un’altra importante ricorrenza: i dieci anni dello CSAR che, inaugurato il 6 marzo 2011, è rapidamente diventato il più importante centro di studi sull’arte della Russia dell’Europa Occidentale.

200 DOSTOEVSKIJ. UN PROGETTO PARTECIPATIVO

Come fare per prendere parte al progetto collettivo 200 Dostoevskij? È necessario scegliere un passaggio dalla propria opera preferita del celebre scrittore, registrarsi mentre lo si legge e quindi inviare il video (che non deve superare la durata di 60 secondi e deve avere una buona qualità di immagine e suono) a CSAR, tramite mail [email protected], oppure sui canali Facebook o Instagram. I video ricevuti saranno resi visibili sulla pagina Instagram del Centro Studi e saranno montati in un unico video che verrà presentato in occasione di un evento dedicato l’11 novembre 2021.

LE ALTRE INIZIATIVE ONLINE DI CSAR

Accanto alle celebrazioni di Dostoevskij, prosegue il ricco programma di contenuti culturali sui canali digitali di CSAR: su YouTube, la rassegna RUSSIA POETICA offre incontri dedicati alla lettura di poeti russi contemporanei e non solo, a cura degli stessi traduttori dei testi; sullo stesso canale, Russian Art Walks propone “passeggiate” virtuali alla scoperta di storie, personaggi e opere che hanno segnato la cultura russa e sovietica, a cura di studiosi di fama internazionale e dottorandi di arte russa. PUMP UP THE VOLUME! è invece dedicato a short film e video art che abbiano al centro la musica e il suono e che spieghino il rapporto tra l’artista e il compositore. Infine, DANTE IN RUSSIA 700 è il programma, esteso per tutto il 2021, volto ad approfondire la figura del Sommo Poeta e l’enorme influenza che la sua opera ha avuto nei secoli sulla cultura russa. Due volte alla settimana, sull’account Instagram Dante.in.russia.700, saranno pubblicate storie che svelano l’eredità di Dante Alighieri su poesia, letteratura, cinema, musica, teatro e pittura russe.

– Giulia Ronchi

www.unive.it
https://www.instagram.com/csarvenezia/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Ha collaborato con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne.