La nuova edizione del Comicon 2022 di Napoli. Tra musica e fumetti

Il “Comicon – International Pop Culture Festival” di Napoli ha annunciato le date della prossima edizione 2022. Nell’attesa che la kermesse faccia il suo esordio, ecco qualche anticipazione sugli ospiti e sulle mostre principali.

Il poster disegnato da Frank Miller per Comicon 2022
Il poster disegnato da Frank Miller per Comicon 2022

Dopo i due anni di stop dovuti alla pandemia, e forte del record di visitatori raggiunto nel 2019, il festival di fumetti più importante del Mezzogiorno scalda i motori e si prepara per una nuova edizione. Stiamo parlando del Comicon – International Pop Culture Festival, la rassegna dedicata alla nona arte pronta a conquistare (per il 22esimo anno consecutivo) il pubblico di Napoli. Baricentro della manifestazione sarà il polo fieristico Mostra d’Oltremare. È qui che, dal 22 al 25 aprile 2022, si daranno appuntamento alcuni dei nomi più importanti della nona arte nazionale e non solo, trasformando la città per tre giorni nella “capitale” della letteratura disegnata. 

Il poster disegnato da Frank Miller per Comicon 2022
Il poster disegnato da Frank Miller per Comicon 2022

COMICON NAPOLI. IL MANIFESTO DI FRANK MILLER 

Sono tante le novità attese per la prossima edizione. Su tutte la scelta di affidare il poster a uno dei nomi di culto del fumetto e del cinema mondiale: Frank Miller. Una collaborazione illustre, che segna il ritorno a una delle “tradizioni” più amate di Comicon – ovvero quella di destinare il manifesto promozionale ai grandi del fumetto mondiale (nel 2007 era toccato a Enki Bilal, mentre al 2010 risale la collaborazione con Jim Lee). Per questa immagine inedita, l’eclettico autore statunitense (già creatore di Sin City, 300 e Batman – Il ritorno del cavaliere oscuro) ha voluto mettere in scena un omaggio a Napoli e al suo folklore, reinterpretando la maschera di Pulcinella alla sua maniera, infondendo un’energia fisica esplosiva. Per valorizzare questa collaborazione speciale e sottolineare l’identità insieme italiana e internazionale della kermesse, il festival ha inoltre affidato la colorazione dell’artwork di Miller a un grande talento del fumetto italiano, Emiliano Mammucari (che nel ruolo di art director sta rivoluzionando l’approccio al colore dei nuovi progetti di Sergio Bonelli Editore). 

COMICON 2022. IL SUCCESSO DI ONE PIECE 

Grazie alla casa editrice Star Comics, in occasione di Comicon uscirà inoltre in una speciale doppia edizione di One Piece n. 100: un momento che i fan della serie attendono da anni e che sarà celebrato con eventi e attività a tema. Nato dal genio dell’inesauribile del maestro Eiichiro Oda, One Piece è stato definito il “manga dei record”. Ha raggiunto una tiratura di oltre 400 milioni di copie in circolazione solo in Giappone, cui si sommano gli oltre 80 milioni di volumi in circolazione all’estero, per un totale di 490 milioni di copie in tutto il mondo. In Italia il fumetto ha superato i 18 milioni di copie in circolazione, ottenendo straordinario successo di pubblico anche grazie alla serie animata prodotta da Toei Animation. One Piece segue le avventure di Monkey D. Rufy, un ragazzo il cui corpo ha assunto le proprietà della gomma dopo aver inavvertitamente ingerito il frutto del diavolo Gom Gom. Raccogliendo man mano attorno a sé una ciurma di pirati variegata e affiatata, Rufy esplora la Rotta Maggiore in cerca di un leggendario tesoro, inseguendo contemporaneamente il sogno di succedere al mitico Gol D. Roger come nuovo re dei pirati. 

Un'immagine di Davide Toffolo
Un’immagine di Davide Toffolo

GLI OSPITI DI COMICON 2022 

Tanti e importanti, inoltre, gli ospiti attesi nel capoluogo partenopeo. A partire da Frank Cho, il fumettista e scrittore già vincitore di un Emmy Award televisivo e di numerosi altri riconoscimenti – fra i quali il Charles M. Schulz Award for Excellence in Cartooning. Noto al grande pubblico per le sue strisce a fumetti Liberty Meadows, e per la ricca e gloriosa parata di lavori targati Marvel, l’autore farà la sua apparizione nei giorni della manifestazione grazie alla collaborazione con la casa editrice Saldapress.
Infine, riflettori puntati su Davide Toffolo – nome di punta del fumetto italiano, nonché voce e chitarrista dei Tre Allegri Ragazzi Morti. In qualità di “magister”, l’autore di Pordenone (recentemente in libreria con il graphic novel in omaggio a Remo Remotti) sarà protagonista di un ricco programma di attività culturali, tra cui due rassegne espositive: Mostri e normali. L’immaginario empatico di Davide Toffolo – la grande retrospettiva con tavole originali, materiali inediti, oggetti e disegni – e La vita presente. Il racconto dell’adolescenza nel fumetto italiano degli anni Dieci – la mostra inedita, curata da Toffolo, che indaga la rappresentazione nel fumetto italiano contemporaneo dell’adolescenza.  

COMICON NAPOLI. IL CONCERTO DEI TRE ALLEGRI RAGAZZI MORTI 

Infine, lunedì 25 aprile, sul palco dell’area live di Comicon, i Tre Allegri Ragazzi Morti si esibiranno per l’evento di chiusura del festival: un concerto dal vivo dove presenteranno i brani del nuovo album in uscita nel 2022. Conosciuti per le loro performance mascherate, fin dal 1994 i Tre Allegri Ragazzi Morti sono considerati uno dei pilastri della scena rock alternativa italiana, con oltre venticinque anni di musica, indipendenza e avventure alle spalle. Insomma, le premesse per un’edizione memorabile ci sono tutte. Non resta che aspettare, e sperare di poter prendere parte all’evento dopo due anni di assenza. 

– Alex Urso  

https://www.treallegriragazzimorti.it
https://www.comicon.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Alex Urso
Artista e curatore. Diplomato in Pittura (Accademia di Belle Arti di Brera). Laureato in Lettere Moderne (Università di Macerata, Università di Bologna). Corsi di perfezionamento in Arts and Heritage Management (Università Bocconi) e Arts and Culture Strategy (Università della Pennsylvania). Tra le istituzioni con cui ha collaborato in questi anni: Zacheta - National Gallery of Art di Varsavia, Istituto Italiano di Cultura di Varsavia, Padiglione Polacco - 16. Mostra Internazionale di Architettura Biennale di Venezia, Fondazione Benetton (catalogo “Imagus Mundi”), Adam Mickiewicz Institute. Nel 2017 è stato curatore della “Biennale de La Biche”. Dal 2014 scrive di arte per Artribune. Sempre per Artribune cura “Fantagraphic”, la rubrica di fumetti del sito. Suoi articoli e testi critici sono apparsi su cataloghi e testate di settore nazionali e internazionali.