Il nuovo Superman? Attivista e bisessuale nella nuova saga del supereroe

Il prossimo numero di “Superman” vedrà per la prima volta lo storico eroe della DC Comics protagonista di una relazione gay. Una svolta storica, che sta facendo discutere i fan più accaniti del fumetto

Il bacio tra Superman e Jay Nakamura. Courtesy DC Comics
Il bacio tra Superman e Jay Nakamura. Courtesy DC Comics

Sono passati 80 anni da quando il primo Superman compariva nelle edicole americane, frutto della fortunata collaborazione tra Jerry Siegel e Joe Shuster. Un lasso di tempo sufficientemente ampio per auspicare un rinnovamento del personaggio, dunque. Detto fatto! Il mitico supereroe in tutina blu e mantello rosso, volto eroico dell’impiegato Clark Kent, si prepara a una svolta: una piccola “rivoluzione” che, se da una parte farà strizzare il naso ai fan della vecchia guardia, dall’altra potrebbe avvicinare nuove orde di lettori a un mondo, quello delle nuvolette, sempre più vasto ed eterogeneo. Succederà nel prossimo numero della longeva serie di albi, quando – all’interno di una storia come sempre piena di suspence e combattimenti – l’eroe simbolo della DC Comics si innamorerà per la prima volta di un uomo. A dare l’annuncio è stata la stessa casa editrice, che – durante il National Coming Out Day, la giornata annuale di sensibilizzazione sui diritti LGBT negli Stati Uniti – ha ufficializzato il “coming out” dell’amato personaggio.

Superman – Son of Kal El 5. Courtesy DC Comics
Superman – Son of Kal El 5. Courtesy DC Comics

IL NUOVO SUPERMAN

C’è da dire, tuttavia, che il Superman raccontato nelle ultime stagioni della serie non è più il “vecchio” Clark Kent. Dal luglio di quest’anno, infatti, tutina e mantello sono passati al figlio Jonathan (nato dalla relazione tra lo stesso Clark e Lois Lane). Una scelta pensata con l’obiettivo di dare nuova vivacità alle avventure, rendendole più accattivanti per le nuove generazioni e aderenti ai temi del nostro tempo. È così, dopo aver combattuto incendi causati dai cambiamenti climatici, protestato contro il respingimento dei rifugiati a Metropolis, e fermato una sparatoria in una scuola superiore, il “nuovo” Superman strizza l’occhio alla comunità gay e LGBT. A far perdere la testa al nostro Jon sarà Jay Nakamura, giornalista dall’aspetto efebico e dai capelli rosa (già protagonista nel terzo volume della serie Superman: Son of Kal-El). Le immagini del bacio tra i due ragazzi stanno già girando sul web, ma per conoscere la storia completa bisognerà aspettare il prossimo 9 novembre (giorno di uscita dell’albo).

IL COMMENTO DELL’AUTORE

Sarebbe stata un’occasione persa se avessimo sostituito Clark Kent con un altro classico salvatore bianco ed etero“, ha commentato lo sceneggiatore della serie Tom Taylor. “Cinque anni fa sarebbe stato più difficile, ma penso che le cose siano cambiate in modo davvero positivo“, ha continuato l’autore, per nulla preoccupato dalle proteste sui social da parte dei fan più accaniti. “Ci saranno sempre persone che utilizzeranno il solito argomento di non mettere la politica nei fumetti, dimenticando che ogni singola storia è sempre stata politica, in qualche modo“.

Alex Urso

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Alex Urso
Artista e curatore. Diplomato in Pittura (Accademia di Belle Arti di Brera). Laureato in Lettere Moderne (Università di Macerata, Università di Bologna). Corsi di perfezionamento in Arts and Heritage Management (Università Bocconi) e Arts and Culture Strategy (Università della Pennsylvania). Tra le istituzioni con cui ha collaborato in questi anni: Zacheta - National Gallery of Art di Varsavia, Istituto Italiano di Cultura di Varsavia, Padiglione Polacco - 16. Mostra Internazionale di Architettura Biennale di Venezia, Fondazione Benetton (catalogo “Imagus Mundi”), Adam Mickiewicz Institute. Nel 2017 è stato curatore della “Biennale de La Biche”. Dal 2014 scrive di arte per Artribune. Sempre per Artribune cura “Fantagraphic”, la rubrica di fumetti del sito. Suoi articoli e testi critici sono apparsi su cataloghi e testate di settore nazionali e internazionali.