Fantagraphic. Fumetti sotto l’albero #3

Ultime piroette prima del Natale 2019. A che punto siete con i regali? Se anche voi navigate nel caos e non sapete cosa regalare a fratelli, nipoti e amici vari, ecco la terza puntata sui migliori libri da mettere sotto l’albero.

1. IL NUOVO THRILLER DI BRUBAKER

Sean Phillips, Ed Brubaker – I miei eroi sono sempre stati tossici (Panini Comics, Modena 2019)

Nota ai lettori di fumetti per la pluripremiata saga Criminal, la coppia formata da Ed Brubaker e Sean Phillips torna sugli scaffali con una nuova graphic novel – la prima della loro longeva collaborazione. Si chiama I miei eroi sono sempre stati tossici, un noir seducente e oscuro non troppo distante dal clima cinico e fatale a cui i due ci hanno abituato in questi anni. Al centro della storia c’è Ellie, una ragazza che ha sempre visto le droghe come un gioco per poeti decadenti. Un’idea romantica che sembra tuttavia cambiare quando la giovane viene spedita all’interno di una lussuosa clinica di disintossicazione. È qui che, tra una seduta di gruppo e l’altra,  incontra Skip. I due si invaghiscono, belli e maledetti, iniziando la loro avventura fatta di furti, fughe e fantasmi che emergono dal passato. 

Sean Phillips, Ed Brubaker – I miei eroi sono sempre stati tossici
Panini Comics, Modena 2019
Pagg. 72, € 13,00
ISBN 9788891270504

www.comics.panini.it

2. RAT-MAN SULLA LUNA

Leo Ortolani – Luna 2069 (Feltrinelli Comics, Milano 2019)

A due anni di distanza dall’ultimo C’è spazio per tutti, Leo Ortolani torna a parlare di pianeti, satelliti e missioni spaziali. Ad accompagnarlo in questa nuova avventura, ovviamente, lui: Rat-Man, lo storico personaggio inventato dall’autore, qui riproposto nelle vesti di un grottesco Elon Musk. Pensato per celebrare i 50 anni dal primo sbarco lunare, Luna 2069 racconta la parabola di Fortunato, un astronauta realizzato sulle fattezze di Luca Parmitano. Insieme al topo-supereroe, i due decidono di raggiungere il satellite, passando non poche peripezie prima di metterci piede. Realizzato in collaborazione con A.S.I. (Agenzia Spaziale Italiana) e E.S.A. (European Space Agency), il fumetto è un continuo di gag e situazioni assurde, mescolate a dati reali e spiegazioni scientifiche – come quelle nelle pagine finali del libro, che ripercorrono in modo didascalico e alla portata di tutti, i principali eventi che nel 1969 portarono l’uomo a calpestare per la prima volta il suolo lunare.

Leo Ortolani – Luna 2069
Feltrinelli Comics, Milano 2019
Pagg. 240, € 20,00
ISBN 9788807550287

www.comics.feltrinellieditore.it

3. UN ROBOT PER AMICO

Osamu Tezuka – La Grande Avventura di Astro Boy (J Pop, Milano 2019)

Il “Dio dei manga”, il “Walt Disney giapponese”, il “Padrino degli anime”. Comunque lo vogliate chiamare, Osamu Tezuka è uno che di roba ne ha scritta tantissima, guadagnandosi ognuno di questi appellativi nel corso della sua lunga carriera. Nella sterminata produzione dell’autore (più di 700 manga realizzati, per un totale di circa 170.000 tavole disegnate), un posto di rilievo spetta sicuramente ad Astro Boy, la sua opera più iconica – popolare anche grazie alla storica e pionieristica serie televisiva prodotta dalla Mushi Productions. A tornare sulle avventure del mitico robot dal cuore d’oro arriva oggi un nuovo volume J-Pop: una storia inedita, che ripercorre l’intera esperienza del “bambino meccanico” dai sentimenti umani. Ad impreziosire il volume, anche un’introduzione disegnata di pugno dal suo mitico autore.

Osamu Tezuka – La Grande Avventura di Astro Boy
J-Pop, Milano 2019
Pagg. 560, € 15,00
ISBN 9788834900789

www.j-pop.it

4. CACCIA… ALLO STRANIERO

Bruno Cannucciari, Emiliano Pagani – Stagione di caccia (Tunué, Latina 2019)

È un mondo diffidente e ostile al diverso, quello disegnato da Bruno Cannucciari ed Emiliano Pagani in Stagione di caccia. Un mondo fittizio ma che, a ben vedere, somiglia e non poco a quello in cui stiamo vivendo. Protagonista del racconto è la piccola comunità di un paesino al limitare del bosco, un nucleo di persone in cui tutti si conoscono e in cui ogni elemento proveniente dall’esterno sembra visto con estrema avversione. La fobia del diverso e la paura che l’equilibrio sociale interno possa destabilizzarsi inizia presto ad esasperare, trovando le sue vittime prima nelle tre donne a capo di un’azienda di prodotti bio, poi nella comunità dei migranti – colpevoli, secondo gli abitanti del luogo, di compiere furti e razzie a scapito del villaggio. Un libro che viaggia teso e serrato e che, nonostante le sue appena 90 pagine, basta a confermare le abilità narrative della coppia Cannucciari-Pagani.

Bruno Cannucciari, Emiliano Pagani – Stagione di caccia
Tunué, Latina 2019
Pagg. 96, € 17,00
ISBN 9788867903467

www.tunue.com

5. IL RITORNO DI CATTANEO

Paolo Cattaneo – Non mi posso lamentare (Rizzoli Lizard, Milano 2019)

Non possiamo lamentarci… il fumetto italiano è in gran forma. A confermarlo è Paolo Cattaneo, da poco in libreria con un nuovo volume edito da Rizzoli Lizard. Al centro della storia c’è Danilo, un ragazzo di 37 anni (38, nello scorrere delle pagine) alle prese con i suoi ultimi mesi di vita. Appresa la notizia della morte, il ragazzo inizia fumare di nascosto – assaggiando ogni marca di sigarette e appuntandone accuratamente il gusto nel suo taccuino. Ma a riempire le sue lente giornate è soprattutto il dialogo nascosto che intrattiene con la futura figlia. Tanya, la sua compagnia, è infatti incinta di una bambina avuta con un altro uomo (un muscoloso scaricatore del Lidl). Danilo lo sa, ma fa finta di niente. L’idea della creatura lo distrae da tutto quello che non gira per il verso giusto. Non mi posso lamentare è un fumetto d’inaspettata ricchezza, prima di tutto grafica: un concentrato minuzioso di dettagli, scelte cromatiche e ricercatezza espressiva. Ma è, soprattutto, un racconto di profonda tenerezza. Una storia finta, scritta così bene da sembrare vera.

Paolo Cattaneo – Non mi posso lamentare
Rizzoli Lizard, Milano 2019
Pagg. 240, € 21,00
ISBN 9788817139663

www.rizzolilizard.rizzolilibri.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Alex Urso
Artista e curatore. Diplomato in Pittura (Accademia di Belle Arti di Brera). Laureato in Lettere Moderne (Università di Macerata, Università di Bologna). Corsi di perfezionamento in Arts and Heritage Management (Università Bocconi) e Arts and Culture Strategy (Università della Pennsylvania). Tra le istituzioni con cui ha collaborato in questi anni: Zacheta - National Gallery of Art di Varsavia, Istituto Italiano di Cultura di Varsavia, Padiglione Polacco - 16. Mostra Internazionale di Architettura Biennale di Venezia, Fondazione Benetton (catalogo “Imagus Mundi”), Adam Mickiewicz Institute. Nel 2017 è stato curatore della “Biennale de La Biche”. Dal 2014 scrive di arte per Artribune. Sempre per Artribune cura “Fantagraphic”, la rubrica di fumetti del sito. Suoi articoli e testi critici sono apparsi su cataloghi e testate di settore nazionali e internazionali.