Fantagraphic. Città Vuota, episodio 1

Da qualche parte in questo mondo postmoderno e iperconnesso c’è sicuramente un tipo come il protagonista di questi fumetti: Roberto, un incrocio improbabile tra Antoine Roquentin e Homer Simpson. Dell’uno ha preso il disagio, dell’altro l’apatia.
“Città Vuota” è una serie di storie inedite, che vi proporremo ogni sabato: dieci capitoli disegnati da Fabio Cesaratto, giovanissimo autore friulano e nuova perla nera del fumetto naif italiano. Un viaggio psichedelico e senza senso, che comincia oggi.

Fabio Cesaratto, Città Vuota, episodio 1, 2018. Fabio Cesaratto per © Artribune
Fabio Cesaratto, Città Vuota, episodio 1, 2018. Fabio Cesaratto per © Artribune

Alex Urso

www.fabiocesaratto.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Alex Urso
Artista e curatore. Diplomato in Pittura presso l'Accademia di Belle Arti di Brera. Laureato in Lettere Moderne presso le Università di Macerata e Bologna. Attualmente vive a Varsavia. I suoi interessi in ambito critico e curatoriale sono prevalentemente rivolti all'investigazione e alla concezione di punti di incontro tra artisti e istituzioni italiane e polacche. In questi anni Urso ha collaborato con spazi privati e pubblici, come la Galleria Nazionale di Varsavia – Zachęta e l'Istituto Italiano di Cultura di Varsavia. Nel 2017 è stato curatore della Biennale de La Biche. Dal 2014 scrive di arte per Artribune come corrispondente dalla Polonia. Dal 2013 al 2017 è stato redattore per Lobodilattice. Suoi articoli e testi critici sono apparsi su cataloghi e testate di settore nazionali e internazionali. Sempre per Artribune cura Fantagraphic, la rubrica di fumetti del sito.

LEAVE A REPLY