Mondo del fumetto. Ecco chi è il nuovo direttore di Coconino Press

Igor lascia dopo 17 anni la direzione della nota casa di fumetti Coconino press, parte del gruppo Fandango. Gli succede Ratigher, tra i fumettisti più innovativi degli ultimi anni.

Ratigher

Una settimana fa, quando Igort, al secolo Igor Tuveri (Cagliari, 1958), dalla sua pagina facebook aveva annunciato l’abbandono della direzione della casa editrice Coconino Press (che fa parte del gruppo Fandango) dopo diciassette anni di attività (ovvero da quando lui stesso nel 2000 l’aveva fondata), la notizia era girata con una certa amarezza tra gli appassionati del fumetto italiano. I sorrisi tornano oggi, e a sorpresa, dopo l’annuncio della stessa casa editrice bolognese, che rilancia annunciando la nomina di Ratigher a nuovo direttore editoriale.

CHI È RATIGHER

Pseudonimo di Francesco D’Erminio (Popoli, 1978), Ratigher è considerato tra i fumettisti e illustratori italiani più innovativi degli ultimi anni; tra le sue opere più note Trama – Il peso di una testa mozzata (2011) e Le ragazzine stanno perdendo il controllo (2014). Alla sua prima prova da direttore, il fumettista sarà chiamato a rinnovare, nel segno della continuità con la solida tradizione Coconino, le scelte editoriali di quella che è la casa editrice di fumetti italiana più influente, nonché una delle più attive e stimate in ambito internazionale. Sono stati inoltre nominati altri soci (tra cui il produttore cinematografico Domenico Procacci, l’imprenditore Ivan Gardini, e la giornalista Ilaria Bonaccorsi), a definire un nuovo assetto interno alla società editoriale, dal 2009 tra i marchi ospitati nel gruppo Fandango Editore.

Alex Urso

www.fandangoeditore.it/category/coconino-press/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Alex Urso
Artista e curatore. Diplomato in Pittura presso l'Accademia di Belle Arti di Brera. Laureato in Lettere Moderne presso le Università di Macerata e Bologna. Attualmente vive a Varsavia. I suoi interessi in ambito critico e curatoriale sono prevalentemente rivolti all'investigazione e alla concezione di punti di incontro tra artisti e istituzioni italiane e polacche. In questi anni Urso ha collaborato con spazi privati e pubblici, come la Galleria Nazionale di Varsavia – Zachęta e l'Istituto Italiano di Cultura di Varsavia. Nel 2017 è stato curatore della Biennale de La Biche. Dal 2014 scrive di arte per Artribune come corrispondente dalla Polonia. Dal 2013 al 2017 è stato redattore per Lobodilattice. Suoi articoli e testi critici sono apparsi su cataloghi e testate di settore nazionali e internazionali. Sempre per Artribune cura Fantagraphic, la rubrica di fumetti del sito.