Retromania. Lo spirito vintage in 8 libri

Dopo la panoramica sugli oggetti di design che tengono alto l’interesse dei vintage-addicted, una selezione di volumi che guarda al passato, toccando alcuni concetti cardine della contemporaneità.

1. ROVINA

Marguerite Yourcenar, La mente nera di Piranesi (Pagine d’Arte)

Il vintage per eccellenza sono le rovine antiche, quand’ancora nessuno se le filava, anzi a Roma venivano usate come cave per nuove costruzioni. E per l’Urbe si aggirava un certo Piranesi, che non solo di carceri si occupò.
Marguerite Yourcenar – La mente nera di Piranesi – Pagine d’Arte – www.paginedarte.ch

2. LIBERTÀ

Escuela Moderna-Ateneo Libertario (a cura di), P.I.G.S. (Milieu)

È uno dei termini più ipocriti in circolazione. E per combattere l’ipocrisia, l’arma più idonea è l’ironia. Così un manipolo di guastatori si appropria di un acronimo dispregiativo per costruire un’alternativa estetica e politica.
Escuela Moderna / Ateneo Libertario (a cura di) – P.I.G.S. – Milieu – www.milieuedizioni.it

3. FEDE

Andrea Dall’Asta, Eclissi (San Paolo)

 

Quali forme si possono elaborare nella contemporaneità per rappresentare Dio?”: è questa la domanda al centro del libro di Andrea Dall’Asta. Che non risparmia stilettate alla “mediocrità imbarazzante” di tanta arte liturgica.
Andrea Dall’Asta – Eclissi – San Paolo – www.edizionisanpaolo.it

4. EUROPA

Philippe Daverio, Le stanze dell’armonia (Rizzoli)

Accomunati nelle identità e nelle differenze. Noi europei possiamo ritrovarci anche e soprattutto dentro la nostra cultura, e in particolare “nei musei dove l’Europa era già unita”. Un invito e una speranza perorati da Daverio.
Philippe Daverio – Le stanze dell’armonia – Rizzoli – www.rizzoli.eu

5. DIALOGO

Boris Groys, Politica dell’immortalità (Mimesis)

Dal 1995 ai primi Anni Zero. Una serie di conversazioni fra Thomas Knoefel e Boris Groys si snodano per quasi duecento pagine, attraversando lo sterminato campo di “arte e desiderio nel tardo capitalismo”. Altro che chiacchiere social.
Boris Groys – Politica dell’immortalità – Mimesis – www.mimesisedizioni.it

6. PRECETTO

Marina Abramović, Attraversare i muri (Bompiani)

Nell’induismo, il guru è una figura precisa: un maestro spirituale che dispensa precetti. Nell’arte contemporanea alcune figure hanno assunto – talora loro malgrado – questo ruolo. Marina Abramović come Joseph Beuys?
Marina Abramović – Attraversare i muri – Bompiani – www.lp.giunti.it/bompiani/

7. CUORE

Giovanni Testori, Lo scandalo del cuore (Clichy)

Gli appassionati d’arte conoscono Casa Testori soprattutto per la rassegna Giorni Felici, che dai primi anni del XXI secolo invade l’abitazione dello scrittore brianzolo. Questa è un’agile ed efficace introduzione al suo pensiero.
Giovanni Testori – Lo scandalo del cuore – Clichy – www.edizioniclichy.it

8. MANUALE

Franco Fontana, Fotografia creativa (Mondadori)

Nell’era dei tutorial su YouTube, dove l’uomo qualunque t’insegna a fare qualsiasi cosa passi per la testa, Mondadori ribalta la prospettiva. Con un manuale per aspiranti fotografi, scritto nientemeno che da Franco Fontana.
Franco Fontana – Fotografia creativa – Mondadori – www.librimondadori.it

Marco Enrico Giacomelli

Articolo pubblicato su Artribune Magazine #35

Abbonati ad Artribune Magazine
Acquista la tua inserzione sul prossimo Artribune

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giornalista e dottore di ricerca in Estetica, ha studiato filosofia alle Università di Torino, Paris8 e Bologna. Ha collaborato all’"Abécédaire de Michel Foucault" (Mons-Paris 2004) e all’"Abécédaire de Jacques Derrida" (Mons-Paris 2007). Tra le sue pubblicazioni: "Ascendances et filiations foucaldiennes en Italie: l’operaïsme en perspective" (Paris 2004; trad. sp., Buenos Aires 2006; trad. it., Roma 2010), "Another Italian Anomaly? On Embedded Critics" (Trieste 2005), "La Nuovelle École Romaine" (Paris 2006), "Un filosofo tra patafisica e surrealismo. René Daumal dal Grand Jeu all'induismo" (Roma 2011), "Di tutto un pop. Un percorso fra arte e scrittura nell'opera di Mike Kelley" (Milano 2014), "Un regard sur l’art contemporain italien du XXIe siècle" (Paris 2016, con Arianna Testino). In qualità di traduttore, ha pubblicato testi di Augé, Bourriaud, Deleuze, Groys e Revel. Nel 2014 ha curato la mostra (al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano) e il libro (edito da Marsilio) "Achille Compagnoni. Oltre il K2". Nel 2018 ha curato la X edizione della Via del Sale in dieci paesi dell'Alta Langa e della Val Bormida. Ha tenuto seminari e lezioni in numerose istituzioni e università, fra le quali la Cattolica, lo IULM, l'Università Milano-Bicocca e l'Accademia di Brera di Milano, l’Alma Mater di Bologna, la LUISS di Roma, lo IUAV e Ca' Foscari di Venezia, l'Accademia Albertina di Torino. Redige (insieme a Massimiliano Tonelli) la sezione dedicata all'arte contemporanea del rapporto annuale "Io sono cultura" prodotto dalla Fondazione Symbola. Insegna Critical Writing alla NABA di Milano. È vicedirettore editoriale di Artribune e direttore responsabile di Artribune Magazine.