A Bologna durante Arte Fiera torna il festival dell’editoria creativa Fruit

Nuova sezione dedicata alle eccellenze editoriali in campo fotografico durante le tre giornate del festival di editoria d’arte e pubblicazioni indipendenti. Tra mostre, talk e presentazioni portfolio

Fruit Exhibition 2017
Fruit Exhibition 2017

Per la sua quinta edizione – in arrivo a palazzo Re Enzo a Bologna dal 27 al 29 gennaio 2017, dunque di nuovo concomitante con Arte Fiera ripetendo l’esperimento dell’anno scorso – Fruit Exhibition ha in serbo una grande novità: Fruitography, un nuovo spazio interamente dedicato alla fotografia, che andrà ad affiancarsi al market tradizionale che da sempre contraddistingue il festival di editoria d’arte, graphic design e pubblicazioni indipendenti. Così, durante le tre giornate della manifestazione – che spazia dal prodotto cartaceo alle novità multimediali, con oltre 100 espositori italiani e stranieri, e con un’appendice costituita da un set di mostre in Biblioteca Salaborsa già a partire dal 17 gennaio – ci si potrà tuffare nel mondo dell’editoria fotografica con una serie di iniziative che coinvolgono ospiti d’eccezione di calibro internazionale.

TALK A CURA DI EVA FRAPICCINI

Sabato 28 gennaio in sala degli Atti, per esempio, sarà possibile mostrare i propri progetti a importanti nomi dell’editoria fotografica nell’ambito di Photobooks Projects Review: le letture saranno aperte a professionisti e non, che desiderano far conoscere il proprio lavoro ricevendo consigli e suggerimenti di personalità come Elena Vaninetti, photo-editor & online editor YET magazine; Marinella Paderni, Direttore ISIA Faenza e curatrice indipendente; Milo Montelli, Independent publisher Skinnerboox; Daria Scolamacchia, Photoeditor/Photographers’ Coordinator Fabrica; Enrico Bossan fotografo e art director di Fabrica e Zhenia Sveshinsky, Unseen Dummy Award Manager. Una sezione sarà dedicata alle mostre, con l’esposizione dei libri vincitori dello stesso Unseen Dummy Award, concorso internazionale indetto dal festival Unseen di Amsterdam, considerato uno degli eventi dedicati alla fotografia più importanti in Europa; e quella sul lavoro fotografico di Defrost, durato ben due anni, sull’architettura del campo profughi di Calais, dal significativo titolo Immorefugee. Ci sarà spazio anche per i workshop – come quello di Photobook Design a cura di Bruno Ceschel della casa editrice specializzata in fotografia, Self Publish, Be Happy – e per i talk – in tutto tre a cura dell’artista Eva Frapiccini – che vedranno tra gli ospiti anche i fotografi Stefano Graziani e Donata Pizzi; Paola Tognon (critica d’arte e curatrice) e i collezionisti Anna e Francesco Tampieri.

Dal 27 al 29 gennaio 2017
Palazzo Re Enzo – Bologna
www.fruitexhibition.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.