A New York una grande rosa di Isa Genzken per ricordare la crisi economica

Dopo dieci anni dalla grande crisi economica che colpì prima gli Stati Uniti e poi tutto il mondo, ecco che spunta presso Zuccotti Park di New York una statua per ricordare quei terribili giorni

Isa Genzken al Battery Park City

Il 2001 ha registrato due terribili avvenimenti che hanno sconvolto il mondo intero: il crollo delle Torri Gemelle e l’aggravarsi della crisi finanziaria, cominciata nel 2008, dovuta allo scoppio di una bolla immobiliare che colpisce prima gli Stati Uniti per poi espandersi in Europa ed in Asia. Per ricordare quei giorni e per ratificare la ripresa, ecco che a Zuccotti Park è stata installata una imponente opera d’arte.

UNA GRANDE ROSA ROSSA

Una grande rosa dai petali rossi e gialli, alta 8 m, è stata eretta presso lo Zuccotti Park di New York, luogo simbolo della protesta di Occupy Wall Street, un movimento pacifico, nato il 17 settembre 2011, per denunciare lo strapotere del capitalismo economico che ha portato ad una grave crisi finanziaria, iniziato con il fallimento della Lehman Brothers (2008). Oggi al posto dei manifestanti troviamo un’opera imponente, Rose III (2016), pensata e realizzata dall’artista Isa Genzken, con l’obiettivo di omaggiare la città che tanto ama e conosce. Laura Hoptman, executive director del Drawing Center, ex New Museum, ha commentato: “Rose III è una forte dichiarazione di uguaglianza per New York, una città che può contare milioni di cittadini. Allo stesso tempo, però, Isa vuole dimostrare la sua vicinanza a quanto è successo in passato”.
L’installazione permanente rappresenta uno sforzo collaborativo tra diverse gallerie internazionali Galerie Buchholz, David Zwirner, Hauser & Wirth e del collezionista Genzken Lonti Ebers che ha donato il lavoro all’agenzia immobiliare Brookfield Properties, che possiede e gestisce il parco.

ALTRE COMMEMORAZIONI

Trascorsi diciasette anni da quel tragico 11 settembre, ecco che la città di New York raggiunge un altro grande traguardo: la riapertura della stazione della metropolitana di WTC Cortland, distrutta e ricoperta dalle macerie delle Torri Gemelle dopo l’attacco terroristico. Dall’8 settembre 2018, spesi 181 milioni di dollari, i pendolari possono usufruire della linea metropolitana che collega IRT Broadway e Seventh Avenue, costruita originariamente nel 1918.
Le pareti interne sono state adornate con un enorme mosaico realizzato dall’artista statunitense Ann Hamilton (Lima, Ohio, 1956) che ricorda la storia americana riprendendo frasi del testo della dichiarazione d’indipendenza e di quella universale dei diritti umani dell’Onu. A memoria futura del valore della storia.

– Valentina Poli

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Poli
Nata a Venezia, laureata in Conservazione e Gestione dei Beni e delle Attività Culturali presso l'Università Ca' Foscari di Venezia, ha frequentato il Master of Art presso la LUISS a Roma. Da sempre amante dell'arte ha maturato più esperienze nel settore della didattica progettando e gestendo laboratori, in quello della preparazione di piccoli e grandi eventi culturali, nel settore delle gallerie d'arte e in campo giornalistico con collaborazioni con riviste del settore. Oggi vive a Roma.