57. Esposizione Internazionale d'Arte, Venezia 2017, Padiglione Italia, Giorgio Andreotta Calò, Senza titolo (La fine del mondo), photo credit Andrea Ferro

Biennale di Venezia 2017. Le 7 opere migliori

Dall’Arsenale ai Giardini, dal Padiglione sudafricano al Padiglione belga, passando per l’Italia e gli Stati Uniti, ecco la lista delle 7 opere che ci sono piaciute di più.
Damien Hirst, Treasures from the Wreck of the Unbelievable, ph. Irene Fanizza

Damien Hirst a Venezia. Top e flop

Tutti ne parlano e le opinioni si dividono. Eppure, ancora una volta, l’ex YBA è riuscito a catalizzare l’interesse del mondo, imprimendo un’importante svolta a una carriera che rischiava di languire. Ecco quali sono, a nostro avviso, i punti di forza e di debolezza della doppia mostra veneziana.
Marina Abramović, We're all in the same boat, manifesto per Barcolana50, dettaglio

Il caso Barcolana e la censura leghista. Marina Abramović, i migranti e la regata...

Brutta pagina politica a Trieste, dove l’amministrazione, dal 2016, è in mano al centrodestra. La storica regata di barche a vela, la Barcolana, compie 50 anni e affida a Marina Abramović il manifesto ufficiale. Ed esplode il caos. Toni da censura inaccettabili e ricostruzioni visionarie, utili a una certa propaganda.
David Tremlett, Via di Mezzo, Ghizzano, 2019, ph. Andrea Testi

Peccioli piccola capitale italiana dell’arte contemporanea. Opere di Tuttofuoco, Kwade e Tremlett

I 350 abitanti della frazione nel Comune di Peccioli, in provincia di Pisa, sono stati coinvolti in un progetto della durata di un anno e mezzo che si è concluso con la presentazione degli interventi permanenti degli artisti Alicja Kwade, David Tremlett e Patrick Tuttofuoco. Tutte le immagini.
57. Esposizione Internazionale d'Arte, Venezia 2017, Padiglione Italia, Roberto Cuoghi, Imitazione di Cristo, photo credit Andrea Ferro

Uno strepitoso Padiglione Italia alla Biennale di Venezia

Al centro delle cronache internazionali ben prima della sua inaugurazione, il Padiglione curato da Cecilia Alemani è stato presentato oggi agli addetti ai lavori. Svelando le tre riuscitissime installazioni di Roberto Cuoghi, Adelita Husni-Bey e Giorgio Andreotta Calò.
Marina Abramovic

Marina Abramović a Palazzo Strozzi. Nel 2018 la prima retrospettiva italiana a Firenze

Dopo Ai Weiwei e Bill Viola, la figura scelta dall’istituzione fiorentina per la grande retrospettiva annuale dedicata all’arte contemporanea è Marina Abramović. Annunciata anche la riesecuzione dal vivo di alcune sue celebri performance.
video

Cosa rende importante l’opera di Jackson Pollock? Un video lo spiega

L'arte astratta è sempre stata oggetto di scherno, soprattutto tra il pubblico meno avvezzo ai linguaggi del contemporaneo. In questo video, che proprio a questo pubblico si rivolge, si cerca di spiegare perché Jackson Pollock è un grandissimo pittore. Oggi come ieri
Giulia Cenci

I 5 migliori giovani artisti italiani? Li scelgono i direttori delle fiere

La Lettura, domenicale culturale di casa Corriere della Sera, pubblica le preferenze di Ilaria Bonacossa di Artissima (Torino), Alessandro Rabottini di Miart (Milano) e Angela Vettese di Arte Fiera (Bologna)
Gerhard Richter Paintingvideo

La pittura di Gerhard Richter in un documentario

La magia della pittura raccontata sullo schermo da Corinna Belz, la regista tedesca che è riuscita a convincere Gerhard Richter ad aprire le porte del suo studio. Il risultato è un film emozionante. Vi mostriamo il trailer
Jannis Kounellis

È morto Jannis Kounellis, campione dell’Arte Povera

Nato il 23 marzo del 1936, l'artista greco avrebbe compiuto 81 anni il mese prossimo.
Lawrence Carroll, 2013. Photo © Lucy Jones Carroll

Morto a 65 anni Lawrence Carroll, l’artista che fondeva sulla tela pittura e scultura

A dare la notizia è la galleria tedesca Karsten Greve, che segue il lavoro dell’artista da vent’anni. Risale al 1989 la consacrazione internazionale di Carroll, in una mostra curata da Harald Szeeman che vedeva protagonisti anche Joseph Beuys, Bruce Nauman e Robert Ryman
Maurizio Cattelan e Arisa. ph Carmine Conte

Silence! The Party, la festa di Maurizio Cattelan al Grand hotel et de Milan....

Nelle 21 stanze del primo piano dell’hotel milanese, l’artista ha organizzato un party con un’unica regola: restare in silenzio. Ecco le immagini del curioso – e lussuoso – evento che ha coinvolto un bel po’ di VIP…

I PIÙ LETTI

require(["mojo/signup-forms/Loader"], function(L) { L.start({"baseUrl":"mc.us10.list-manage.com","uuid":"dac4a3f480ace15f828415bfc","lid":"dc515150dd"}) })