Nasce MoaiPress. Nuovo spazio digitale dedicato all’arte pubblica in Italia

Ad animare il web arriva la nuova piattaforma MoaiPress, un contenitore di informazioni e approfondimenti che ruota attorno all’universo dell’arte nello spazio pubblico in Italia. Ecco come consultarla

MoaiPress - sito web
MoaiPress - sito web

Approfondire le dinamiche che si muovono dietro all’arte pubblica e stimolarne il dibattito: è la missione della piattaforma MoaiPress, acronimo di Mural and Other Art Issues. Questa nuova realtà digitale si pone l’obiettivo di creare uno spazio di confronto critico e condiviso capace di sostenere attivamente chi opera all’interno dell’arte urbana, attraverso la raccolta di ricerche, approfondimenti e testi critici firmati da esperti, artisti e professionisti del settore.

MOAIPRESS, PER PARLARE DI ARTE URBANA IN MANIERA CONCRETA

Oltre a offrire uno spazio di dibattito e informazione, MoaiPress rappresenta una realtà attiva anche nella realizzazione di eventi, produzioni artistiche originali e testi di natura critica che favoriscono la crescita di una rete “contro-culturale”, puntando a uno scambio virtuoso di visioni nazionali e internazionali. Un importante “palco digitale” che dà voce sia ai giovani artisti emergenti sia ai più affermati, promuovendo al contempo ricerche e riflessioni portate avanti da studiosi del settore. All’interno del sito di MoaiPress è possibile spaziare fra i diversi contenuti curati da esperti, come gli articoli firmati da Guerrilla SPAM, Simone Pallotta, Ufocinque e 108, le prime tre puntate de La street art non esiste, una serie di interviste in formato podcast curate da Matteo Bidini, e un archivio di testi e contributi consultabili online o scaricabili gratuitamente.

MOAIPRESS, PARLA LA REDAZIONE

“MoaiPress è ciò di cui sentivamo il bisogno”, spiega la redazione della nuova piattaforma ad Artribune, “uno spazio online condiviso con artisti, esperti, professionisti e appassionati che possa diventare il punto di riferimento per un’analisi approfondita e scientifica sul fenomeno dell’arte nello spazio pubblico in Italia”.  Gli autori del progetto sono Davide Gavioli, che ne cura la comunicazione, Gioele Bertin (Howlers Crew) per quanto riguarda la grafica e lo sviluppo del sito, e poi Francesca Melina (Howlers Crew), Matteo Bidini, Guerrilla Spam e Andrea Gianfanti, che costituiscono l’ossatura della redazione. Oltre al sito web, è possibile accedere ai contenuti di MoaiPress anche su Instagram, Facebook e Telegram.

– Valentina Muzi

https://www.moaipress.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Muzi
Valentina Muzi (Roma, 1991) è diplomata in lingue presso il liceo G.V. Catullo, matura esperienze all’estero e si specializza in lingua francese e spagnola con corsi di approfondimento DELF e DELE. La passione per l’arte l’ha portata a iscriversi alla Facoltà di Studi Storico-Artistici dell’Università di Roma La Sapienza, laureandosi in Storia dell’Arte Contemporanea e svolgendo il tirocinio formativo presso il MLAC - Museo e Laboratorio di Arte Contemporanea dell’Ateneo, parallelamente ha frequentato un Executive Master in Management dei Beni Culturali presso la Business School del Sole24Ore di Roma. Dal 2016 svolge attività di PR, traduzione di cataloghi, stesura di testi critici e curatela indipendente. Dal 2017 svolge l’attività di giornalista di taglio critico e finanziario per riviste di settore. Attualmente è membro del Board Strategico presso l’Associazione culturale Arteprima noprofit, nella stessa ha svolto il ruolo di Social Media Manager ed è Responsabile organizzativa della piattaforma Arteprima Academy.