300 donne in collant bianchi al Centro Arti Visive Pescheria di Pesaro. le immagini di iosonopipo

Ha preso il via al Centro Arti Visive Pescheria di Pesaro ‘Vuoto’, il nuovo progetto fotografico di iosonopipo. 300 donne in collant bianchi sfilano nelle sue foto. Ecco le immagini.

iosonopipo, Vuoto, ph. Altrospazio
iosonopipo, Vuoto, ph. Altrospazio

iosonopipo, all’anagrafe Giuseppe Palmisano, ha fotografato trecento corpi femminili vestiti solo di calze bianche. Un pieno visivo per colmare il vuoto lasciato dalla morte di Jannis Kounellis e Ren Hang, recentemente scomparsi, spiega il fotografo, che ha di recente annunciato l’arrivo di ‘Vuoto 2’, un nuovo progetto, sequel di questo pesarese, ma in versione nera. Donne di qualsiasi età, con lo stesso indumento addosso, hanno occupato lo spazio del Centro Arti Visive Pescheria di Pesaro, sede di una delle ultime mostre del maestro Kounellis. La moltitudine di corpi ha dato vita alla scultura organica immortalata nello scatto conclusivo, sintesi dell’iter progettuale dell’operazione. Come racconta iosonopipo, “La fotografia è arrivata nel momento finale, è stata solo la punta dell’iceberg. Dietro alla foto c’è un lungo processo creativo ed organizzativo: ‘Vuoto’ è stato pensato in otto mesi, sono state radunate donne da tutta Italia per uno scatto di pochi secondi preparato in due giorni. Il successo sta nell’aver creato un’esperienza, un fatto collettivo, che ha emozionato me e loro.”

LE ASTE COLLEGATE AL PROGETTO

Al progetto sono collegate due aste: la prima, rivolta ai collezionisti, per l’aggiudicazione della fotografia ufficiale di Vuoto, realizzata in analogico e in unica copia. La seconda asta mette in vendita materiale video e fotografico e servirà a realizzare un ulteriore progetto, autofinanziato, di iosonopipo. Nel frattempo, Giuseppe Palmisano annuncia l’arrivo di ‘Vuoto 2’. “Mi piacerebbe fare un’asta dal vivo”, confessa, “in modo tale che i possibili acquirenti possano andare oltre la pura immaginazione esponendo, in dimensioni ridotte, un’anteprima della foto.” Su Vuoto 2 è ancora tutto da definire, certo è che accadrà tra 300 giorni e che l’operazione sarà la medesima, ma dal colore opposto: le protagoniste saranno di carnagione scura con addosso solo un paio di collant neri. Ancora da definire il luogo dello scatto, anche se l’artista dichiara la volontà di restare nel museo di Pesaro per realizzare un dittico finale. “Quello spazio rappresenta a pieno la mia intenzione di omaggiare due grandi artisti, è lì che avviene la sintesi tra i temi chiave di entrambi: il corpo per Ren Hang e la natura portata nello spazio per Jannis Kounellis”. Intanto, ecco le immagini.

Bianca Felicori

http://vuo.to.it
https://www.iosonopipo.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Bianca Felicori
Bianca Felicori è architetto junior e studentessa del corso di Laurea Magistrale in Architettura e Disegno Urbano presso il Politecnico di Milano. Inizia il suo percorso nella redazione di Domus insieme all’ex direttore Nicola Di Battista, correlatore della sua tesi di laurea triennale “L’occhio dell’arte in Domus” dedicata al rapporto tra la disciplina artistica e quella architettonica, con il contributo di Mimmo Paladino. Dopo l’esperienza all’interno della redazione, partecipa attivamente agli eventi dedicati all’architettura in Italia - Salone Internazionale del Mobile e Biennale di Venezia. Nata a Bologna e residente a Milano, è oggi redattrice di Artribune e si occupa di architettura e arti visive.

3 COMMENTS

  1. un bel vedere, però la cosa fa un pò ridere . Di fotografi così ce n’è proprio bisogno :) un vero genio :))
    comunque meglio un cumulo di donne nude piuttosto che vedersi l’ennesima installazione :)

Comments are closed.