David Bowie e Iggy Pop. Gli eroi di Masayoshi Sukita a Bari

Castello Svevo, Bari – fino al 2 luglio 2017. Due icone del rock animano gli scatti di Masayoshi Sukita. Una panoramica su un eccezionale capitolo della musica contemporanea.

Era il 1977 e David Bowie era a Tokyo come guida affettiva e promozionale di Iggy Pop, alle prese con The Idiot, il suo primo album da solista. Il risultato della sessione fotografica correlata, durata solo due ore, consacrò Masayoshi Sukita tra i testimoni d’eccellenza di un’era e di due simboli della musica contemporanea.
Quarant’anni dopo, al Castello Svevo di Bari, David Bowie & Masayoshi Sukita: Heroes celebra due icone del rock diverse ma complementari: da un lato l’efebico Bowie, in pose alacri e teatrali, dall’altro gli occhi profondi di un allora moro e smarrito Iggy Pop, ospite d’eccezione del Medimex 2017, sempre a Bari. Nel titolo, Heroes si riferisce alla copertina dell’omonimo album di Bowie, tratta proprio da quello shooting non ufficiale a Tokyo.
Ventitré immagini inedite in Italia ed altri scatti creano un gioco di labirinti e riflessi e ammiccano allo spettatore, in uno scenario storico di rilevante bellezza, senza sovrastare l’imprinting lirico di Sukita: una sintesi estetica, evocativa del concept dell’album di Bowie, racchiusa in un racconto fotografico che lo riporta in auge.

Rossella Della Vecchia

Evento correlato
Nome eventoDavid Bowie & Masayoshi Sukita: Heroes – 40° anniversario
Vernissage08/06/2017
Duratadal 08/06/2017 al 02/07/2017
AutoreMasayoshi Sukita
CuratoreVittoria Mainoldi
Generifotografia, personale
Spazio espositivoCASTELLO SVEVO
IndirizzoPiazza Federico II Di Svevia 2 - Bari - Puglia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Rossella Della Vecchia
Rossella Della Vecchia, classe 1986, è specializzata con lode in Storia dell'Arte Contemporanea (cattedra di Carla Subrizi, La Sapienza) con la tesi “Trouble Every Day: Tous Cannibales, la voracità da tabù ad arte, dall’arte alla società”. Da sempre interessata all’arte come alla scrittura, e alla comunicazione in genere, scrive di cultura, politica e attualità. Storica dell’Arte, esperta SEO e freelance per vocazione, attualmente fa parte dell’ambito gestionale di Zon.it. Da marzo 2013 cura un personale blog sull’arte: ArtFriche Zone. “Soltanto quando il senso di associazione nella società non è più abbastanza forte da dare vita a concrete realtà, la stampa è in grado di creare quell’astrazione, il pubblico” (Dwight MacDonald).