C’è anche un po’ di Italia al Copenhagen Photo Festival. Con l’intervento di Davide Tranchina

In occasione del Copenhagen Photo Festival 2017, l’Ambasciata Italiana ospita una mostra di Davide Tranchina che porta in Danimarca un poetico progetto fotografico realizzato sull’isola di Montecristo.

Davide Tranchina, 40 notti a Montecristo
Davide Tranchina, 40 notti a Montecristo

Montecristo è una delle isole italiane più affascinanti e misteriose. Fa parte dell’arcipelago toscano ed è stata a lungo inaccessibile ai visitatori. In questo luogo selvaggio e senza tempo Davide Tranchina (Bologna, 1972) ha realizzato la serie fotografica “40 days & 40 nights in Montecristo” che presenta all’Ambasciata Italiana di Danimarca, in una mostra dal titolo omonimo a cura di Irene Campolmi e Luca Panaro. Le immagini sono in bilico tra realtà e finzione, natura ed immaginazione. Le fotografie combinano, infatti, cieli stellati con elementi costruiti artificialmente in camera oscura che spiazzano chi le guarda inducendolo a misurarsi costantemente con la nozione di autenticità. La mostra di Tranchina rientra negli eventi del Copenhagen Photo Festival, la più importante manifestazione dedicata alla fotografia in Danimarca che dal 2010 si svolge annualmente nelle prime due settimane di giugno.

-Mariacristina Ferraioli

Davide Tranchina “40 days & 40 nights in Montecristo”
a cura di Irene Campolmi e Luca Panaro
4 – 11 giugno 2017
Ambasciata Italiana
Gammel Vartov Vej ∑
2900 Hellerup – Danimarca

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Mariacristina Ferraioli
Mariacristina Ferraioli è giornalista, curatrice e critico d’arte. Dopo la laurea in Lettere Moderne con indirizzo Storia dell’Arte, si è trasferita a Parigi per seguire corsi di letteratura, filosofia e storia dell’arte presso la Sorbonne (Paris I e Paris 3). Ha conseguito il Master in Organizzazione e Comunicazione delle Arti Visive presso l’Accademia di Belle Arti di Brera. Ha vinto la Residenza per Curatori della Dena Foundation for Contemporary Art presso il Centre International d’Accueil et d’Echanges des Récollets di Parigi. Ha lavorato al Centre Pompidou collaborando alla realizzazione della mostra “Traces du Sacré” e ha pubblicato un testo critico sul catalogo della mostra. Ha coordinato l’ufficio Master dell’Accademia di Belle Arti di Brera e ha curato mostre sia in Italia che all’estero. Redattrice di Artribune, collabora stabilmente con Cosmopolitan Italia e Icon Design. Sta conseguendo un dottorato in Comunicazione e mercati: Economia, Marketing e Creatività presso l’Università Iulm di Milano ed è docente a contratto presso diverse istituzioni tra cui l’Accademia di Belle Arti di Brera.