Tra luce e ombra. Gioberto Noro a Torino

Galleria Alberto Peola, Torino – fino al 28 gennaio 2017. Nelle nuove serie di immagini fotografiche – “Aperture”, “Mappe” e “White rooms” –, la coppia di artisti Gioberto Noro supera il proprio dualismo attraverso la compenetrazione della luce nell’ombra.

Gioberto Noro, Aperture #1, 2016
Gioberto Noro, Aperture #1, 2016

Pieno e vuoto, ombra e luce, caos e ordine sono categorie imprescindibili nella dialettica artistica di Gioberto Noro (Sergio Gioberto, 1952; Marilena Noro, 1961). E non potrebbe essere altrimenti, quando a muovere l’azione della coppia di artisti torinesi è da sempre la volontà di conoscere il reale passando attraverso il superamento intellettivo del mezzo fotografico che, da semplice macchina, diventa strumento d’indagine del mondo e, quindi, del Sé: è qui che l’“io diviso” si ricongiunge in un tutt’uno cosmico, poi visibile nell’immagine ritratta. Come succede nel dittico Aperture, dove il recto e il verso di un paesaggio boschivo mettono in evidenza i fugaci fenomeni luminosi (e umbratili) che permeano la realtà. O ancora nella serie delle Mappe, dove la rappresentazione in scala 1:1 di una porzione di quello stesso bosco, frutto dell’assemblaggio di almeno cinque scatti, è in grado di riprodurre la compenetrazione della luce nell’ombra. Infine, la costruzione artificiale nella serie White rooms diventa l’emblema di tutto questo processo conoscitivo e compositivo, dove è l’uso combinato del vuoto con la luce a rendere visibile l’invisibile.

Claudia Giraud

Torino // fino al 28 gennaio 2017
Gioberto Noro – Aperture
a cura di Valeria Ceregini
ALBERTO PEOLA
Via della Rocca 29
011 8124460
[email protected]
www.albertopeola.com

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/57329/gioberto-noro-aperture/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).