Vedo non vedo. Cinque fotografi a Milano

The Lone T Art Space, Milano – fino al 15 luglio 2016. Nelle tre stanze dello spazio espositivo milanese, cinque fotografi interpretano la ritualità del soggetto, le estraneità del ritratto e la consapevole assenza di ogni determinismo. Tra ginnaste in un ufficio, madonne viventi, creature apotropaiche, mimetismi da appartamento e l’altra faccia di alcuni volti, a capo coperto.

Vedo non vedo - The Lone T Art Space, Milano 2016 - Rachele Maistrello
Vedo non vedo - The Lone T Art Space, Milano 2016 - Rachele Maistrello

Gli spazi al piano terra di The Lone T Art Space accolgono con accuratezza cinque fotografi, cinque serie fotografiche selezionate da Filippo Luini all’insegna del vedo non vedo. Un percorso espositivo sulla fotografia, tanto abile nel mostrare quanto maldestra nel non farlo. All’ingresso dello spazio, il primo ritratto di Madonna della Neve, della serie Oggi, domani, mai di Ilaria Bombelli sembra ergersi a protezione dell’intera collettiva. Un nume dagli occhi trasparenti, ritratto a sua volta in attesa, dal fondo offuscato di una fotocopia in bianco e nero, incollata a parete. Nell’avanzare verso la sala principale, altre madonne, le badanti senza volto di Valentina Sommariva, dalla serie Domenica (2013), dialogano, di spalle, con le creature mnemoniche in lande desolate di Agne Raceviciute, accompagnando verso il ritratto mimetico di Lorenzo Scotto di Luzio (Pianta da Salotto, 2000) e la serie di performance da ufficio di Rachele Maistrello per una nuova visione di A Hero’s Life (2013).

Ginevra Bria

Milano // fino al 15 luglio 2016
Vedo non vedo
a cura di Filippo Luini
artisti: Ilaria Bombelli, Rachele Maistrello, Agne Raceviciute, Lorenzo Scotto di Luzio, Valentina Sommariva
THE LONE T ART SPACE
Via Senato 24
02 83648383
[email protected]
www.thelonet.com

MORE INFO:
https://www.artribune.com/dettaglio/evento/54428/vedo-non-vedo/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Ginevra Bria
Ginevra Bria è critico d’arte e curatore di Isisuf – Istituto Internazionale di Studi sul Futurismo di Milano. È specializzata in arte contemporanea latinoamericana.