La notte di San Lorenzo. Cieli stellati e le comete più famosi della storia dell’arte

Per celebrare l’attesissima notte di San Lorenzo, ovvero la notte delle stelle cadenti, abbiamo selezionato alcune opere della storia dell’arte con i cieli stellati più noti. Da Giotto a van Gogh, da Tintoretto e Dürer a Munch…

La data attesa ogni anno per osservare, anche a occhio nudo, le stelle cadenti, è quella del 10 agosto, anche se lo sciame meteorico delle Perseidi è presente già sui nostri cieli da metà di luglio, e quest’anno lo sarà fino al 24 agosto. Precisazioni astronomiche a parte, la notte di San Lorenzo è tra gli appuntamenti più attesi dell’estate, non solo da addetti ai lavori ma anche e soprattutto da appassionati e romantici. Un fenomeno che ha ispirato e ispira da sempre artisti, di qualsiasi ambito creativo. Vogliamo celebrare anche noi questa notte di mezza estate naturalmente a modo nostro, proponendovi una serie di opere tratte dalla storia dell’arte a tema “cielo stellato”: non può mancare il re indiscusso delle notti stellate, ovvero Vincent van Gogh, che in molti dei suoi dipinti soleva rappresentare cieli notturni in paesaggi naturali e urbani. E poi, la cometa nella esoterica Melancholia di Albrecht Dürer, e la stupenda volta stellata di Giotto nella Cappella degli Scrovegni a Padova. Cosa dire, infine, de L’origine della Via Lattea di Tintoretto e della romantica Notte stellata di Edvard Munch? Pare che il pittore norvegese abbia immortalato la vista dalla finestra di un albergo di una località balneare di Oslo, dove si innamorò per la prima volta…

– Desirée Maida

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.