Monet e gli Impressionisti a Bologna. A Palazzo Albergati i capolavori dal Musée Marmottan Monet

57 lavori provenienti dal museo parigino saranno in mostra a Bologna dal 29 agosto al 14 febbraio 2021. Con opere di Monet, Manet, Renoir, Degas, Corot, Sisley, Caillebotte, Morisot, Boudin, Pissarro e Signac

Un viaggio nel mondo dell’Impressionismo, tra gli autori e i capolavori che hanno fatto la storia della corrente nata in Francia nella seconda metà dell’Ottocento, ma soprattutto un’occasione più unica che rara di vedere in Italia le opere di Monet, Manet, Renoir, Degas, Corot, Sisley, Caillebotte, Morisot, Boudin, Pissarro e Signac. È in programma per il prossimo 29 agosto a Palazzo Albergati a Bologna Monet e gli Impressionisti. Capolavori dal Musée Marmottan Monet, Parigi, mostra che fino al 14 febbraio 2021 presenterà al pubblico un notevole corpus di opere (ben 57) provenienti dal Musée Marmottan Monet di Parigi, molte delle quali mai esposte in altri luoghi del mondo. Una collezione unica quella del museo francese, formata grazie a tutti quei benefattori che, a partire dal 1932, hanno contribuito a renderla tra le più importanti al mondo per quanto riguarda l’arte impressionista. In linea con le misure in atto per contenere il rischio di contagio da Coronavirus, i biglietti per visitare la mostra sono già acquistabili online, e i fruitori avranno l’obbligo di indossare la mascherina. Qualche esempio dei capolavori in mostra? Il Ritratto di Madame Ducros (1858) di Degas, il Ritratto di Julie Manet (1894) di Renoir, Ninfee (1916-1919 ca.) di Monet…

– Desirée Maida

Evento correlato
Nome eventoMonet e gli Impressionisti
Vernissage29/08/2020 no
Duratadal 29/08/2020 al 14/02/2021
AutoreClaude Monet
Generearte moderna
Spazio espositivoPALAZZO ALBERGATI
IndirizzoVia Saragozza 28 - Bologna - Emilia-Romagna
EditoreSKIRA
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.