Rinascere attraverso l’arte: la collaborazione tra artisti e bambini affetti da gravi patologie

Emilio Isgrò, Alfredo Pirri, Goldsmith e Chiari e altri importanti artisti italiani hanno aderito al programma Dynamo Art Factory, creando nuove opere assieme a bambini e ragazzi in terapia. Tutto è in vendita dietro donazione alla onlus

Le opere realizzate dagli artisti e dai bambini di Dynamo Art Factory in mostra a Milano
Le opere realizzate dagli artisti e dai bambini di Dynamo Art Factory in mostra a Milano

Dynamo Camp Onlus è un’organizzazione che opera da 15 anni per offrire assistenza e benessere a bambini e ragazzi affetti da gravi patologie – in terapia o in fase di post-ospedalizzazione – e alle loro famiglie. Situata nell’Oasi Dynamo di Limestre, in un’oasi affiliata WWF in provincia di Pistoia, organizza per i suoi pazienti una serie di attività improntate sul modello della Terapia Ricreativa Dynamo, che ha obiettivi di svago e divertimento, ma anche e soprattutto di rinnovare la fiducia in se stessi e nelle proprie capacità, con benefici di lungo periodo sulla qualità di vita. Un progetto che dal 2009 accoglie anche l’arte contemporanea, grazie alla creazione di Dynamo Art Factory, con il coinvolgimento di importanti artisti.

DYNAMO ART FACTORY: LE OPERE IN MOSTRA A MILANO

Gli ultimi artisti che hanno preso parte attivamente a Dynamo Art Factory sono stati Emilio Isgrò, Alfredo Pirri, Riccardo Gusmaroli, Andrea Mastrovito, Goldsmith e Chiari, Serena Fineschi, Emanuel Felisi, Pierluigi Calignano, entrando in contatto con i bambini e i ragazzi seguiti dalla Onlus e sviluppando assieme a loro nuove opere d’arte che spaziano dalla pittura alla scultura, dalla fotografia al collage, dalle installazioni alla video art. “Per questi ‘piccoli artisti’, i linguaggi e i medium proposti di volta in volta si fanno strumento per toccare con mano le proprie capacità e per scoprire una forma di comunicazione per le proprie emozioni, sempre attraverso il divertimento che caratterizza Dynamo”, spiegano gli organizzatori. I lavori sono in mostra durante la Milano artweek con ingresso libero, presso lo spazio espositivo del negozio Dynamo The Good Company in via Ponte Vetero 13. Un’iniziativa volta a far conoscere al pubblico non solo la realtà di Dynamo, ma anche i benefici psicofisici che l’arte può infondere nei soggetti più fragili. Le opere sono in vendita e potranno essere acquistate in cambio di donazioni che verranno devolute al sostegno dei programmi della Onlus, completamente gratuiti per bambini e famiglie.

-Giulia Ronchi

https://www.dynamocamp.org/

Eventi d'arte in corso a Milano

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Ha collaborato con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne.