Alla Galerie Gregor Staiger di Milano apre la mostra di Sonia Kacem

Kacem, appena uscita dalla residenza alla Fonderia Artistica Battaglia di Milano, trasforma completamente gli spazi della galleria con una serie di wallpaper e sculture dai motivi floreali e geometrici in dialogo tra loro

Ritratto, Sonia Kacem, 2022
Ritratto, Sonia Kacem, 2022

È Sonia Kacem la protagonista della mostra della Galerie Gregor Staiger a Milano per l’Art Week 2022 3 pieghe, 4 archi e 1 rettangolo, visitabile dal 30 marzo al 21 maggio. L’esposizione – la quinta con la galleria, ma la prima nello spazio di via Rossini 3, proprio dietro Villa Necchi a pochi passi dalla nuova sede della parigina CacciaLevi – è il risultato di un recente soggiorno dell’artista all’Open Studio della Fonderia Artistica Battaglia, fondata a Milano nel 1913 e nota per la produzione delle porte di bronzo del Duomo di Milano, di numerose opere di numi dell’arte come Alighiero Boetti, Giannino Castiglioni e Arnaldo Pomodoro, nonché per il restauro di alcune statue di Auguste Rodin.

Sonia Kacem, Watercolour Sketchbook (detail), Bruxelles (BE), 2020
Sonia Kacem, Watercolour Sketchbook (detail), Bruxelles (BE), 2020

SONIA KACEM ALLA GALERIE GREGOR STAIGER DI MILANO

La nuova serie di sculture della ginevrina Kacem – da sempre interessata al concetto di “piega” anche con altri media – è il risultato diretto della sua permanenza alla Fonderia nel gennaio 2022, con la trasposizione su bronzo dei suoi studi sulle opere tessili e ceramiche. “La Fonderia l’ha invitata proprio perché non aveva mai lavorato con il bronzo”, racconta la co-fondatrice della galleria Marie Lusa, anche titolare di uno studio di design. In questa mostra “tutto è stato pensato per Milano: ci sono cinque differenti lavori sulle pareti, una carta da parati ispirata ai gioielli da lei realizzati al Cairo, dove era rimasta bloccata durante il lockdown dopo una residenza, ritorna quel gesto ripetitivo che l’aveva distratta in un momento di stress”, dice Lusa ad Artribune. Tutti i wallpaper sono infatti site specific, e le trame ritornano.

LA GALERIE GREGOR STAINER

Co-fondata da Gregor Staiger e Marie Lusa nel 2010 con un focus sull’arte contemporanea svizzera e internazionale emergente – e in particolare su artiste donne e temi inerenti al femminismo – la Galerie Gregor Stainer di Zurigo è solita ospitare progetti sperimentali con giovani artisti emergenti e performance, è stata co-fondatrice della fiera senza scopo di lucro Paris Internationale ed è tra i membri fondatori dello Zurich Art Weekend. La sede permanente nel cortile di via Rossini 3 è stata inaugurata nel 2021, dopo un anno in affitto in uno spazio dell’organizzazione Conceptual Fine Arts nello stesso stabile (famoso per aver ospitato nomi di punta dell’arte mondiale come il gallerista Alexander Iolas, che lavorò con Ernst, Magritte e Brauner). La galleria ha già portato a Milano gli artisti e artiste Vittorio Brodmann, Lucy Stein, Nora Turato, Raphaela Vogel e Walter Pfeiffer, oltre ad aver tenuto mostre collettive e proiezioni curate da Davide Stucchi e Ian Wooldridge.

– Giulia Giaume

Eventi d'arte in corso a Milano

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Giaume
Amante della cultura in ogni sua forma, è divoratrice di libri, spettacoli, mostre e balletti. Laureata in Lettere Moderne, con una tesi sul Furioso, e in Scienze Storiche, indirizzo di Storia Contemporanea, ha frequentato l'VIII edizione del master di giornalismo Walter Tobagi. Collabora con diverse riviste su temi culturali, diritti civili e tutto ciò che è manifestazione della cultura umana, semplicemente perché non può farne a meno.