A Catanzaro apre il Mudiac, il Museo Diffuso di Arte Contemporanea

L’apertura, programmata a giugno 2022, riunirà sotto un unico percorso tutte le opere donate negli anni da artisti di livello internazionale per il festival Altrove

Borondo a Catanzaro
Borondo a Catanzaro

Un nuovo museo per Catanzaro, che riunisca tutte le opere di arte contemporanea sparse sul territorio urbano: con questa premessa è programmata per il prossimo giugno l’apertura del Mudiac, il Museo Diffuso di Arte Contemporanea del capoluogo calabrese. Il progetto, vincitore della terza edizione dell’avviso pubblico Creative Living Lab della Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura, metterà a sistema le numerose opere darte già presenti in città, risultato di un processo di rigenerazione urbana nato con il festival Altrove, che tra il 2014 e il 2019 ha portato artisti nazionali e internazionali a donare le loro opere alla città. Proprio per questa caratteristica urbana e diffusa, il Mudiac è pensato come il frutto di una collaborazione con la cittadinanza, motivo per cui da gennaio gli organizzatori stanno dando vita a una serie di laboratori per pianificarne collettivamente l’identità.

Uno scorcio del centro storico di Catanzaro
Uno scorcio del centro storico di Catanzaro

IL NUOVO MUSEO MUDIAC DI CATANZARO

Il Mudiac, stando al manifesto programmatico, “nasce per essere della comunità e creato con la comunità, per rinnovare il tessuto creativo e far crescere il senso di riappropriazione degli spazi dando valore a ciò che esiste”. Con l’aiuto di architetti, urbanisti, tecnici, artisti, narratori e professori universitari, il Museo Diffuso proporrà i suoi percorsi espositivi all’interno di un’area geografica, pubblica e fruibile gratuitamente, e prevede in questo modo di entrare a far parte della rete dei musei diffusi nazionali che conta 255 istituzioni su tutto il territorio italiano. Il programma, che si avvarrà dell’aiuto di supporti fisici – come guide e materiali didattici e informativi – e digitali, prevede anche una sezione web dedicata all’osservatorio urbano.

– Giulia Giaume

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Giaume
Amante della cultura in ogni sua forma, è divoratrice di libri, spettacoli, mostre e balletti. Laureata in Lettere Moderne, con una tesi sul Furioso, e in Scienze Storiche, indirizzo di Storia Contemporanea, ha frequentato l'VIII edizione del master di giornalismo Walter Tobagi. Collabora con diverse riviste su temi culturali, diritti civili e tutto ciò che è manifestazione della cultura umana, semplicemente perché non può farne a meno.