Fluxus: l’aeroporto di Kaunas cambia nome per celebrare l’eredità di George Maciunas

Al movimento internazionale, ma radicato in Lituania, viene dedicato il primo aeroporto artistico nel mondo. Resterà così fino alla fine del 2022, anno in cui Kaunas sarà Capitale Europea della Cultura

L'aeroporto di Kaunas dedicato a Fluxus
L'aeroporto di Kaunas dedicato a Fluxus

Colpo di scena in Lituania: l’aeroporto internazionale di Kaunas è stato ribattezzato Fluxus, dal nome del movimento artistico creato da George Maciunas. L’aeroporto della città, il secondo più grande della Lituania, resterà rinominato fino alla fine del 2022, anno in cui Kaunas sarà la Capitale Europea della Cultura. La dedica, concordata tra l’aeroporto e Virginija Vitkienė, Ceo di Kaunas 2022, lo rende a tutti gli effetti la prima struttura del genere nel mondo a diventare essa stessa parte di un movimento artistico.

IL MOVIMENTO FLUXUS DI MACIUNAS

Fluxus – il cui nome fu coniato da Maciunas negli anni Sessanta come nome della rivista di riferimento – è un movimento artistico focalizzato sul risultato del processo artistico, tutto orientato alla giocosità e a un approccio onnicomprensivo e non convenzionale dell’arte. Fondato a Kaunas dall’artista lituano-americano George Maciunas, nato qui negli anni Trenta quando la città era la capitale temporanea del Paese, fu concepito come una fusione delle istanze rinnovatrici culturali, sociali e politiche del tempo in un unico fronte d’azione. Gli artisti che hanno deciso di aderire al network internazionale riunitosi sotto il grande cappello di Fluxus (ampliatosi enormemente per coinvolgere artisti come Yoko Ono, Ben Patterson, Nam June Paik, Charlotte Moorman, Giuseppe Chiari e Gianni-Emilio Simonetti) sono diventati famosi per aver mescolato media e discipline artistiche con performance, opere Neo-Dada, rumorismo e architettura, urbanistica e musica di strada, design e letteratura.

KAUNAS CAPITALE EUROPEA DELLA CULTURA 2022

Già città UNESCO del design e parte del network Creative Cities, Kaunas sarà la Capitale Europea della Cultura nel 2022, per cui ha previsto oltre 40 festival, un programma di mostre lungo tutto l’anno, 250 eventi performativi artistici, 50 premiére e un ricco programma musicale con circa 250 concerti. La città ha colto la grande occasione per rendere ancora più nota nel mondo l’eredità di Maciunas, che viene considerata come inscindibile dalla città. Per decine di anni, infatti, il Fluxus Cabinet – che ha raccolto arte e dichiarazioni da tutto il mondo – ha trovato posto nella Galleria d’Arte di Kaunas, situata a pochi metri dalla piazza Maciunas. Da qui si diparte ogni anno l’evento principale del Fluxus Festival, cioè una grandiosa scalata della collina antistante alla città. Il Festival, insieme al Fluxus Labs projectdi arte comunitaria, sarà ovviamente incluso nella programmazione per la Capitale della Cultura – che sarà rivelata in tutti i dettagli dal prossimo 22 settembre.

-Giulia Giaume

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Giaume
Amante della cultura in ogni sua forma, è divoratrice di libri, spettacoli, mostre e balletti. Laureata in Lettere Moderne, con una tesi sul Furioso, e in Scienze Storiche, indirizzo di Storia Contemporanea, ha frequentato l'VIII edizione del master di giornalismo Walter Tobagi. Collabora con diverse riviste su temi culturali, diritti civili e tutto ciò che è manifestazione della cultura umana, semplicemente perché non può farne a meno.