Little Italy ieri e oggi nella mostra di Sonia Leimer a Nuoro

La memoria del quartiere newyorkese di Little Italy rivive nel progetto di Sonia Leimer esposto al MAN di Nuoro.

Sonia Leimer (Merano, 1977) espone al MAN di Nuoro il progetto Via San Gennaro, vincitore della quarta edizione dell’Italian Council (2018), il concorso ideato per promuovere l’arte contemporanea italiana nel mondo. Leimer, in residenza a New York per diversi mesi, ha indagato antropologicamente le storie e le memorie italiane di Little Italy a Manhattan, quartiere della Grande Mela che ha accolto in origine i primi immigrati italiani.
A cavallo del secolo scorso e del terzo millennio s’intrecciano le storie individuali e di una nuova comunità sempre in fermento. Little Italy, un tempo realmente italiana e negli anni sempre più meta di nuovi immigrati, viene assorbita dai quartieri limitrofi, in particolare dalla confinante Chinatown.

SAN GENNARO A LITTLE ITALY

San Gennaro è il santo patrono di Napoli per la Chiesa cattolica, si festeggia il 19 settembre. La prima festa di San Gennaro a Little Italy, si tenne nel 1926, quando immigrati appena giunti da Napoli vi si stabilirono e decisero di continuare la tradizione del loro santo patrono. In origine era una commemorazione religiosa, mentre ai giorni nostri è la celebrazione del rapporto tra italiani e statunitensi. La Festa di San Gennaro si svolge nell’arco di undici giorni attorno alla metà di settembre in Mulberry Street, dove si trovano i più antichi ristoranti italiani di New York. Durante la festa la via è chiusa al traffico ed è animata da processioni, giochi, bancarelle e venditori di salsicce e zeppole. Il 19 settembre, dopo una messa celebrativa che si tiene presso la Chiesa del Preziosissimo Sangue, la statua di San Gennaro, preceduta da una processione religiosa, percorre Mulberry e Mott Street, tra Canal e Houston Street.

Sonia Leimer. Via San Gennaro. Installation view at MAN Museo d’Arte della Provincia di Nuoro, Nuoro 2021LA MOSTRA AL MAN

In mostra al MAN ci sono le installazioni scultoree, i disegni, le insegne e le tende parasole sovrapposte di diversi negozi italiani e cinesi, sulla pavimentazione sette oggetti cilindrici realizzati con rotoli di carta industriale ‒ a evocare quelli delle tipografie cinesi depositati sui marciapiedi prima di utilizzarli ‒, pesanti oltre duecento chili e inamovibili da una sola persona, ai cui lati sono serigrafate in bianco e nero immagini fotografiche di Little Italy.
Il video-documentario di dodici minuti intitolato Via San Gennaro (2019) è dedicato alla tradizione siciliana del teatro delle marionette. Nel video è protagonista “il pupo” dell’Orlando Furioso, donato dalla famiglia Manteo a Tony De Nonno, e racconta la storia del Manteo Theater, Opera dei Pupi di New York City, tra passato, presente e futuro del quartiere che la marionetta protagonista del video non riconosce più.
Leimer descrive il fenomeno antropologico socio-culturale dell’insediamento urbano nel quartiere di Little Italy, rimarcando i cambiamenti che lo hanno contraddistinto da un secolo a questa parte sino alla perdita in esso della memoria italiana.

SONIA LEIMER E LA MEMORIA DEI LUOGHI

Con questa esposizione il MAN manifesta la volontà di rafforzare il proprio ruolo di committente di giovani artisti contemporanei e indagare il territorio mediterraneo negli scambi culturali con altri contesti globali. Sonia Leimer con la sua ricerca sulla memoria della immigrazione italiana, ha centrato il bersaglio, trattando i temi della trasformazione urbana, interessandosi di urbanistica, edilizia e dell’occupazione dello spazio pubblico.

Alessio Onnis

Evento correlato
Nome eventoSonia Leimer - Via San Gennaro
Vernissage10/07/2021
Duratadal 10/07/2021 al 23/01/2022
AutoreSonia Leimer
CuratoreLuigi Fassi
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoMAN - MUSEO D'ARTE DELLA PROVINCIA DI NUORO
IndirizzoVia Sebastiano Satta 27 - 08100 - Nuoro - Sardegna
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Alessio Onnis
Alessio Onnis (San Gavino Monreale, 1979) è un artista. Vive tra Guspini (VS) e Sassari. Formazione: Accademia di Belle Arti di Sassari. Si interessa principalmente di pittura e incisione. Ha partecipato a numerose mostre, tra cui: 2010 – Roma, La Città dell’Acqua, “Concorso d'Arte Internazionale Centro-Periferia”, a cura di Federculture; 2008 - Ancona, Mole Vanvitelliana, "Arrivi e Partenze. Italia", a cura di Alberto Fiz e Walter Gasperoni; 2007 - Nuoro, MAN Museo d'Arte della Provincia di Nuoro, "Sala 1 - Cruel Fairy Tales (Fiabe crudeli)", a cura di Roberta Vanali; 2004 - Milano, Show Room Elena Mirò, "Morbidamente Donna", a cura di V. Sgarbi; 2003 - Acqui Terme (AL), "Premio Acqui, VI Biennale Internazionale per l'Incisione"; 2002 - Imbersago (LC), Fondazione Corrente, "Premio Marlotti-Imbersago, VII edizione". Ha lavorato anche come docente e consulente storico artistico presso istituzioni pubbliche. Precedentemente ha collaborato per Exibart e dalla sua nascita con Artribune.