Art on Video: video d’arte proiettati su chiese e monumenti iconici della città di Salerno

Un’iniziativa itinerante di video arte inonda le strade e il lungomare salernitano. Tra gli artisti coinvolti i Masbedo, Adrian Paci e gli AES+F

Art on Video a Salerno
Art on Video a Salerno

L’obbiettivo è rafforzare la relazione tra arte contemporanea e territorio. Con queste premesse parte a Salerno Art on Video un progetto che fino al primo agosto, – per iniziativa della Galleria Paola Verrengia e con il supporto della Regione Campania, di Scabec, Società Campana Beni Culturali, Comune di Salerno e lUniversità degli Studi di Salerno – fa fuoriuscire i video d’artista dal confinamento dei soliti schermi, inondando luoghi nevralgici della città.

Art on Video a Salerno
Art on Video a Salerno

UNA FRUIZIONE LENTA: DAL VIDEO ALLA CITTÀ, DALLA CITTÀ AL VIDEO

Si parla infatti di ridisegnare la trama urbana e di creare un itinerario, un “flusso” che faccia spostare i visitatori da un punto all’altro del centro urbano e del lungomare di Salerno. Art on Video offre la possibilità di fruire un contenuto d’arte digitale in maniera non inedita ma sicuramente d’effetto, sfruttando le superfici degli edifici come nel video mapping, le opere video saranno adattate agli spazi, alle sagome dei monumenti, alla verticalità dei campanili, o anche al vuoto presente tra due pilastri in una galleria. Tra gli obiettivi di questa mostra outdoor c’è la valorizzazione del centro storico della città campana, percorrendo la Chiesa di Santa Sofia, la Chiesa Santa Maria de Lama, il Campanile del Duomo, lOstello Ave Gratia Plena, la Chiesa di SantApollonia, il cortile di palazzo Pinto, la Chiesa di San Giorgio, la Sala Pasolini (ex Teatro Diana) e la Stazione Marittima di Zaha Hadid.  Ma anche puntare l’attenzione su questioni d’urgenza, investigate da artisti di fama internazionale e da nomi emergenti in uno “storytelling a più voci“: conflitti sociali, vicende storiche d’impatto, tematiche autobiografiche che innestano paralleli con l’attualità, soggetti visionari e distopici.

Art on Video a Salerno
Art on Video a Salerno
ARTISTI E PROGETTI SPECIALI

Anche il parterre di artisti è di tutto rispetto: Adrian Paci, il gruppo russo AES+F, Studio Azzurro, MASBEDO, Carlos Aires, Andrea Aquilanti, Salvatore Arancio, Denise Prince, Fiona Tan, Mattia Sugamiele, Raffaele Greco, Giulia Piscitelli, Stéphanie Lagarde, Amparo Sard. In mostra anche la sezione YVA – YouVideoArt a cura di Chiara Guidi, una rassegna di video artistici selezionati dalla piattaforma YouTube, che ha da 15 anni mutato il fenomeno dello sharing globale, la condivisione dell’immagine in movimento, l’accesso ad una miriade di compilation di ogni genere. YouVideoArt si propone di emulare Youtube per la sua tendenza onnivora all’accumulo di materiali disparati e la sua ritrosia a formare un archivio ordinato. La rassegna sarà frutto di un’accurata selezione, una sorta di DJ-set visivo, al fine di privilegiare la generazione cresciuta con e su questo canale, strumento ”per affermare mood e declinazioni del proprio fare artistico”, spiegano gli organizzatori.

– Giorgia Basili

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giorgia Basili
Giorgia Basili (Roma, 1992) è laureata in Scienze dei Beni Culturali con una tesi sulla Satira della Pittura di Salvator Rosa, che si snoda su un triplice interesse: letterario, artistico e iconologico. Si è spe-cializzata in Storia dell'Arte alla Sapienza con una tesi di Critica d'arte sul cinema di Pier Paolo Pasolini, letto attraverso la lente warburghiana della Pathosformel. Collabora con diverse riviste di settore prediligendo tematiche quali l’arte urbana e il teatro, la cultu-ra e l’arte contemporanea nelle sue molteplici sfaccettature e derive mediali. Affascinata dall’innesto del visivo con la letteratura, di tea-tro e mitologia, si dedica alla scrittura di poesie per esprimere la propria sensibilità e il proprio pensiero estetico-critico su ciò che la circonda.