L’archivio storico della Francis Bacon Collection inaugura alla MAG di Padova

È nella MAG| More than an Art Gallery che trova una sistemazione permanente il corpus di 21 opere di Francis Bacon, inaugurando così l’archivio storico della Francis Bacon Collection. In mostra anche una serie di capolavori realizzati da maestranze italiane tra gli anni ’30 e ’70 provenienti dalla Fondazione VAF.

Francis Bacon, Senza titolo, collage e tecnica mista su carta, 100x70cm, anni 80
Francis Bacon, Senza titolo, collage e tecnica mista su carta, 100x70cm, anni 80

Nel centro storico di Padova si trova la MAG|More than an Art Gallery dove è stato inaugurato l’archivio storico dellaFrancis Bacon Collection. Il patrimonio conservato comprende non solo gli archivi storici, cartacei e digitali della Francis Bacon Collection, ma anche una sezione bibliografica e un corpus di opere su carta del rinomato artista irlandese, già protagonista di esposizioni in sedi museali internazionali.

Francis Bacon, Senza titolo, collage e tecnica mista su carta, 50x70cm, anni 80
Francis Bacon, Senza titolo, collage e tecnica mista su carta, 50x70cm, anni 80

L’ARCHIVIO STORICO DELLA FRANCIS BACON COLLECTION

La mostra comprende venti disegni firmati da Francis Bacon, che all’epoca furono tenute nascoste dall’artista ai suoi mercanti, “ma regalate ai suoi amici, quali Paul Danquha, Stephen Spendr, Brian Hayhow, Cristiano Lovatelli Ravarino e altri, si trovano crocifissioni, papi, ritratti ed autoritratti: tutti i soggetti dipinti da Francis Bacon nel corso della sua lunga vita da artista”, spiega la direttrice del comitato scientifico, Serena Baccaglini. In occasione dell’acquisizione è stato realizzato un catalogo pubblicato da Scripta Manent, curato da Edward Lucie Smith e redatto con testi di Fernando Castro – amico storico dell’artista – assieme a Serena Baccaglini. Uno strumento fondamentale per approfondire e comprendere il ventennio compreso tra il 1977 e il 1992, che vide Francis Bacon impegnato nella produzione di opere su carta.

Francis Bacon, Senza titolo, collage e tecnica mista su carta, 100x70cm, anni 80
Francis Bacon, Senza titolo, collage e tecnica mista su carta, 100x70cm, anni 80

COLLEZIONE VAF: MAESTRANZE ITALIANE DAGLI ANNI ’30 AGLI ANNI ‘70

Fino al 31 marzo, parallelamente, si svolge la mostra composta da 21 opere informali di artisti italiani di proprietà dell’imprenditore tedesco Walter Volker Feierabend a capo di Fondazione VAF, una delle più importanti collezioni d’arte italiane. “La mostra che ho pensato per gli spazi di MAG”, dichiara Walter Volker Feierabend,“rappresenta una selezione della vastissima raccolta d’arte italiana della VAF Stiftung, da me fondata, che annovera 2200 opere esclusivamente di artisti italiani. L’esposizione evidenzia l’evoluzione e l’affermazione dell’astrazione geometrica in Italia, dagli anni Trenta agli anni Settanta, passando dal costruttivismo, dall’arte programmata, strutturale e cinetica, sino alle esperienze avanguardistiche del Gruppo N di Padova. Gli artisti in mostra sono Getulio Alviani, Giancarlo Bargoni, Alberto Biasi e Rocco Borella, Corrado Cagli, Franco Costalonga, Lucia Di Luciano, Walter Fusi, Aldo Galli, Riccardo Guarneri, Francesco Guerrieri, Edoardo Landi, Elio Marchegiani, Enzo Mari, Umberto Mariani, Bruno Munari, Atanasio Soldati, Grazia Varisco, Luigi Veronesi, Giorgio Villa, Gianfranco Zappettini”.

– Valentina Muzi

 

 

Evento correlato
Nome eventoInaugurazione archivio storico della Francis Bacon Collection
Vernissage20/02/2021 ore 12
Duratadal 20/02/2021 al 31/03/2021
AutoreFrancis Bacon
Generiinaugurazione, disegno e grafica
Spazio espositivoMAG MORE THAN AN ART GALLERY
Indirizzopiazzetta Bussolin 17 - Padova - Veneto
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Muzi
Valentina Muzi (Roma, 1991) è diplomata in lingue presso il liceo G.V. Catullo, matura esperienze all’estero e si specializza in lingua francese e spagnola con corsi di approfondimento DELF e DELE. La passione per l’arte l’ha portata a iscriversi alla Facoltà di Studi Storico-Artistici dell’Università di Roma La Sapienza, laureandosi in Storia dell’Arte Contemporanea e svolgendo il tirocinio formativo presso il MLAC - Museo e Laboratorio di Arte Contemporanea dell’Ateneo, parallelamente ha frequentato un Executive Master in Management dei Beni Culturali presso la Business School del Sole24Ore di Roma. Dal 2016 svolge attività di PR, traduzione di cataloghi, stesura di testi critici e curatela indipendente. Dal 2017 svolge l’attività di giornalista di taglio critico e finanziario per riviste di settore. Attualmente è membro del Board Strategico presso l’Associazione culturale Arteprima noprofit, nella stessa ha svolto il ruolo di Social Media Manager ed è Responsabile organizzativa della piattaforma Arteprima Academy.