Treccani Arte e MAXXI insieme celebrano i 10 anni del museo con una serie di multipli d’artista

Treccani Arte/MAXXI è il titolo del progetto nato dalla sinergia tra Treccani Arte e il MAXXI per festeggiare il decennale del museo romano. 10 artisti italiani e internazionali realizzeranno altrettante opere che saranno poi prodotte in edizione limitata

Nico Vascellari Revenge 2018, photo Luis DoRosario
Nico Vascellari Revenge 2018, photo Luis DoRosario

Continuano le iniziative promosse dal MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo di Roma per celebrare il decimo anniversario dalla sua inaugurazione, avvenuta nel maggio 2010: dopo la recente partnership stretta con Swatch Art Peace Hotel (la residenza internazionale degli artisti di Swatch con sede a Shanghai, il museo romano sarà protagonista di Treccani Arte/MAXXI, iniziativa nata da un’idea di Treccani Arte– progetto dedicato al contemporaneo dell’Istituto della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani – e  a cura dal MAXXI Arte. Inserendosi nell’ambito di interesse dell’Istituto per l’arte contemporanea – iniziato con la nascita nel 2018 di Treccani Arte, centro di ricerca e produzione di opere editoriali, multipli d’arte, mostre ed eventi –, Treccani Arte/MAXXI 10 artisti italiani e internazionali la cui storia si intreccia con quella del museo impegnati nella realizzazione di altrettante opere che saranno prodotte in edizione limitata. I primi artisti a inaugurare il progetto saranno Alfredo Jaar, Remo Salvadori e Nico Vascellari. 

TRECCANI ARTE/MAXXI: LE PRIME OPERE IN EDIZIONE LIMITATA 

Le opere prodotte in edizione limitata hanno una caratteristica: ognuna di essa è concepita in dialogo con i lavori realizzati dagli artisti partecipanti al progetto che fanno parte delle collezioni del MAXXI. Antonio Gramsci è vivoè il titolo dell’opera di Alfredo Jaar, di cui saranno realizzati 35 esemplari + 6 PDA, e riprende Infinite Celldel 2004; Nel momento(25 esemplari + 6 PDA) è invece l’edizione limitata firmata da Remo Salvadori tratta dall’opera Alfabeto(2019), esposta in occasione della mostra Della materia spirituale dell’arte;REVENGE (Under The Sign Of)infine è il titolo dell’opera di Nico Vascellari, di cui saranno realizzati 12 esemplari + 3 PDA, tratta dall’opera Revenge del 2007, vincitrice del Premio giovane arte in occasione della 52esima Biennale di Venezia poi riallestita al MAXXI nel 2018. Le opere in edizione limitata saranno disponibili dal mese di gennaio 2021 sul sito della Treccani. 

I DIECI ANNI DEL MAXXI E LA COLLABORAZIONE CON TRECCANI ARTE

“In occasione del decennale, il museo ha sviluppato diversi progetti per celebrare questo importante momento della sua storia, dedicati al racconto delle mostre e delle attività già realizzate ma anche alla riflessione condivisa sul futuro”, spiega Bartolomeo Pietromarchi, Direttore del MAXXI Arte. “Abbiamo anche avviato con l’Istituto Treccani, che per vocazione storica ha molti obiettivi in comune con il MAXXI, un progetto di collaborazione e valorizzazione della pratica di artisti che fanno parte delle nostre collezioni e che abbiamo coinvolto nella realizzazione di multipli d’artista a tiratura limitata”. Tra le iniziative promosse per celebrare il decennale del museo, sono anche il festival digitale Una storia per il futuro organizzato lo scorso giugno – che ha riunito direttori, artisti, architetti e intellettuali per riflettere sul futuro dei musei – e la mostra senza margine. Passaggi nell’arte italiana a cavallo del millennio, con le opere dei maestri che sono entrate a far parte della collezione del MAXXI, e il francobollo dedicato che riproduce la vetrata del museo.

– Desirée Maida 

Sito web MAXXI
Sito web Treccani

Dati correlati
AutoreAlfredo Jaar
CuratoriNico Vascellari, Remo Salvadori
Spazio espositivoMAXXI - MUSEO DELLE ARTI DEL XXI SECOLO
IndirizzoVia Guido Reni 4a - Roma - Lazio
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.