Salta ArtVerona? Tre gallerie veneziane organizzano “Together we stand!”, la fiera alternativa

L’evento vede protagoniste Marignana Arte, Marina Bastianello e Michela Rizzo, gallerie che avrebbero dovuto partecipare ad ArtVerona e che hanno deciso comunque di presentare i loro stand in maniera alternativa. Ecco come

Together We Stand, installation view, Matteo Attruia, 2020, courtesy Marina Bastianello Gallery
Together We Stand, installation view, Matteo Attruia, 2020, courtesy Marina Bastianello Gallery

La pandemia continua a scombussolare programmazione e progetti del sistema dell’arte internazionale e, anche in Italia, gli effetti della seconda ondata impattano soprattutto sulle fiere di settore. Di recente, ad annunciare il rinvio dell’edizione 2020 al 2021, è stata ArtVerona, in un primo momento in programma dal 16 al 18 ottobre, per poi essere posticipata dall’11 al 13 dicembre e infine definitivamente annullata. In uno scenario in cui risulta, almeno per il momento, impossibile fare progetti a lungo termine e organizzare grandi eventi che implichino l’assembramento di persone, un gruppo di gallerie veneziane – Marignana Arte, Marina Bastianello Gallery e Galleria Michela Rizzo – ha deciso di reagire alla cancellazione di ArtVerona organizzando una sorta di mostra alternativa: presentare le opere che avrebbero dovuto esporre in fiera all’interno di stand rivisitati per l’occasione negli spazi della Galleria Michela Rizzo.

Together We Stand, installation view, Alessandro Biggio, 2020 courtesy Galleria Michela Rizzo
Together We Stand, installation view, Alessandro Biggio, 2020 courtesy Galleria Michela Rizzo

LA COLLABORAZIONE TRA LE GALLERIE VENEZIANE MARIGNANA ARTE, MARINA BASTIANELLO E MICHELA RIZZO 

Together we stand è il titolo della mostra che si terrà dal 30 novembre al 9 gennaio 2021 presso la Galleria Michela Rizzo, con conferenza stampa e preview per collezionisti previste il 27 novembre. Una successione di “eventi” che ricorda quello delle fiere, andando a evidenziare così motivazioni e necessità sottese all’organizzazione di questa mostra. “A Venezia abbiamo assistito a un importante avvicinamento tra le gallerie della città grazie all’associazione Venice Gallerie View, costituita pochi mesi fa ma attiva come gruppo già da circa tre anni, organizzando insieme diversi eventi. Questa associazione ha consolidato i rapporti tra le gallerie veneziane (siamo in nove)”, racconta ad Artribune Michela Rizzo. “L’idea di ‘Togetheer we stand!’ nasce perché ho appena terminato la mostra di ‘Brian Eno – David Tremlett’ che ha avuto numerosi visitatori nonostante il periodo. Nel frattempo è arrivato il nuovo Dpcm che ha determinato l’annullamento di ArtVerona; io avrei dovuto inaugurare la prima personale in galleria di Andrea Mastrovito, che ho dovuto rinviare. Intanto il Veneto è stato riconfermato zona gialla, situazione che porta alla possibilità di spostarsi all’interno della regione. Da queste premesse mi è venuta in mente l’idea di chiedere alle altre gallerie veneziane che avrebbero dovuto partecipare ad ArtVerona (in tutto cinque) di presentare comunque le loro opere nella mia galleria. Per motivi logistici sono riuscite a sposare il progetto due gallerie, la Marignana Arte e la Marina Bastianello”, continua Rizzo.

Together We Stand, installation view, Giulio Malinverni, Maurizio Donzelli, 2020, courtesy Marignana Arte
Together We Stand, installation view, Giulio Malinverni, Maurizio Donzelli, 2020, courtesy Marignana Arte

TOGETHER WE STAND!, LA “MOSTRA-FIERA” ALTERNATIVA 

“Non si tratta di una mostra”, sottolinea Rizzo, “ma abbiamo suddiviso lo spazio cercando di creare un percorso che possa dare vita a un dialogo tra uno stand e l’altro, come accade nelle fiere. Abbiamo così deciso di unire le forze nonostante l’annullamento di ArtVerona, le gallerie veneziane hanno contatti con i collezionisti veneti e proviamo così a trasformare una situazione difficile e piena di restrizioni in una occasione positiva”. Marignana Arte presenterà opere di Giuseppe Adamo, Maurizio Donzelli, Serena Fineschi, Nancy Genn, Silvia Infranco, Giulio Malinverni, Quayola e Verónica Vázquez; Marina Bastianello Gallery le opere di Matteo Attruia, Antonio Guiotto, Penzo+Fiore e Paolo Pretolani; Galleria Michela Rizzo i lavori di Alessandro Biggio, Lucio Pozzi, Silvano Tessarollo e Sophie Westerlind.

– Desirée Maida

Venezia // dal 30 novembre 2020 al 9 gennaio 2021
Together we stand!
Galleria Michela Rizzo
Isola della Giudecca 800Q
www.marignanaarte.it
www.marinabastianellogallery.com
www.galleriamichelarizzo.net

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.