La pittura di Antonio Lanna e Brando Pignatelli approda in Salento

Antonio Lanna e Brando Pignatelli: due giovanissimi pittori campani in mostra per la prima volta in una cooperativa contadina ad Andrano, in provincia di Lecce.

È uno spazio enorme, un capannone industriale situato in aperta campagna a pochi chilometri dal Capo di Leuca. Un luogo in disuso e scarno con cavi arrugginiti, un lungo architrave in cemento armato che divide in due navate il locale e una teoria di finestroni lungo tutto l’edificio. In questo grande teatro dismesso, che per l’occasione accoglie le opere di due giovanissimi pittori come Antonio Lanna (Caserta, 1997)  e  Brando Pignatelli (Napoli, 1997), va in scena la doppia personale composta da circa venti opere a testa di grandi dimensioni, realizzate nella maggior parte dei casi durante il lockdown.

LE OPERE DI LANNA

Nell’hangar salentino i lavori inediti di Lanna e Pignatelli sembrano delle installazioni sospese, un immaginario figurativo composto da agili scenografie disposte nel vuoto circostante in modo rigoroso, raffiguranti ambientazioni di interni, tende da circo, personaggi surreali, pose, gesti e atteggiamenti in forte dialogo visivo e compositivo tra essi e lo spazio. La pittura di Antonio Lanna, che prende corpo su tele e carta di grande formato, si caratterizza per un lirismo narrativo dal tratto espressivo e vibrante, da narrazioni quotidiane e un accentuato dinamismo cromatico decorativo.

Antonio Lanna | Brando Pignatelli. Cooperativa Nuova Contadina, Castiglione 2020. Photo Sebastiano Luciano
Antonio Lanna | Brando Pignatelli. Cooperativa Nuova Contadina, Castiglione 2020. Photo Sebastiano Luciano

LA PITTURA DI PIGNATELLI

Brando Pignatelli elabora su ampie tavole una pittura a olio combinata al cemento o al quarzo con polvere di vetro e materiali vari di forte connotazione materica e spaziale, percezione antica dal carattere moderno. Il lavoro di Pignatelli guarda con rispetto, studio e ricerca alla tradizione pittorica italiana, dichiarando un’attenzione specifica al rapporto tra l’architettura concreta e la spazialità visionaria, dove le forme e i volumi sono elementi principali di un ciclo narrativo ripensato come in un trittico contemporaneo.

Giuseppe Amedeo Arnesano

Evento correlato
Nome eventoAntonio Lanna / Brando Pignatelli
Vernissage07/08/2020 ore 19,30
Duratadal 07/08/2020 al 07/09/2020
AutoriAntonio Lanna, Brando Pignatelli
CuratoreLorenzo Madaro
Generiarte contemporanea, doppia personale
Spazio espositivoCAPANNONE INDUSTRIALE - COOPERATIVA NUOVA CONTADINA
IndirizzoSP85, Andrano - Andrano - Puglia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giuseppe Arnesano
Storico dell'arte e curatore indipendente. Laureato in Conservazione dei Beni Culturali all'Università del Salento e in Storia dell'Arte Moderna presso l'Università La Sapienza di Roma. Ha conseguito un master universitario di I livello alla LUISS Master of Art di Roma. Giornalista pubblicista, iscritto all'ordine nazionale dei giornalisti dal 2011, collabora come critico d’arte con Artribune dal 2011. Nel settore della comunicazione culturale, dal 2013 a oggi, ha lavorato con la Soprintendenza Speciale del Polo Museale Romano, con la Fondazione Torino Musei e la Fondazione Carriero a Milano. Tra le mostre recenti è co-curatore del progetto “Studio e Bottega - Tradizione e Creatività nel segno dell’Arte”, ideato da Ilaria Gianni e realizzato negli spazi della Fondazione Pastificio Cerere di Roma.