Realizzare opere di Damien Hirst su Snapchat. Per beneficenza e grazie alla realtà aumentata

L’ex Young British Artist e la nota app hanno collaborato insieme per permettere agli utenti di realizzare grazie alla realtà aumentata i celebri Spin Painting di Hirst. E per raccogliere fondi da destinare ai paesi in via di sviluppo colpiti dal Coronavirus

Damien Hirst
Damien Hirst

Vi piacerebbe possedere uno degli Spin Painting di Damien Hirst (Bristol, 1965) ma le quotazioni del celebre (ex) Young British Artist non vi consentono di collezionarne? Ebbene, da oggi potrete addirittura realizzare la vostra versione personalizzata degli Spin Painting di Hirst, grazie alla realtà aumentata e all’app Snapchat.

GLI SPIN PAINTING DI DAMIEN HIRST. DALLE MOSTRE A SNAPCHAT

Noto soprattutto per i suoi squali in formaldeide e per l’iconica opera For the love of God (2007), ovvero il teschio umano fuso in platino e tempestato di diamanti, Damien Hirst ha sperimentato per la prima volta la Spin Art – tecnica di pittura che consiste nel decorare o versare colore su una superficie, per poi far ruotare quest’ultima attraverso una piattaforma roteante, lasciando così che i colori diano vita a trame ed effetti diversi – nel 1992, nel proprio studio di Brixton a Londra. Risale al 1994 invece, mentre viveva a Berlino, la realizzazione della prima serie di Spin Painting, per poi dare vita alla mostra Making Beautiful drawings: an installation, in cui il pubblico veniva invitato a creare i propri disegni attraverso una “spin machine”, permettendo così a chiunque di realizzare un’opera d’arte. Concetto, questo, che è alla base dell’ultimo progetto che vede protagonisti Hirst e Snapchat: grazie alla fotocamera dell’app e alla realtà aumentata, chiunque può realizzare una propria versione degli Spin Painting dell’artista britannico, attraverso la funzione “Our Story”.

DAMIEN HIRST E SNAPCHAT INSIEME PER COMBATTERE IL CORONAVIRUS

La collaborazione tra Damien Hirst e Snapchat ha finalità benefiche: la partnership infatti è a sostegno di Partners in Health, organizzazione che lavora per supportare le comunità più deboli nei paesi in via di sviluppo durante la pandemia da Coronavirus, fornendo assistenza sanitaria a milioni di pazienti in tutto il mondo. “È meraviglioso collaborare con Snapchat a questa fantastica Camera sulla Spin Art e permettere a milioni di persone di realizzare i propri dipinti direttamente dal telefono”, ha commentato Damien Hirst. “Sono molto felice che questa collaborazione sostenga Partners In Health, un’organizzazione eccezionale e lungimirante che aiuta le comunità dei Paesi in via di sviluppo di tutto il mondo a far fronte all’impatto devastante del COVID-19”. Collegandosi all’account Snapchat di Damien Hirst è possibile fare una donazione e poi cimentarsi con la Spin Art.

– Desirée Maida

www.snapchat.com/damienhirst

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.