Blossom: ancora un progetto di Thomas Demand per le vetrine dei negozi Prada

Il fotografo tedesco firma per Prada una serie di immagini per i principali negozi della maison in tutto il mondo. Un omaggio alla primavera citando anche la cultura giapponese

Thomas Demand per Prada Galleria Vittorio Emanuele II, Milano
Thomas Demand per Prada Galleria Vittorio Emanuele II, Milano

Si intitola Blossom il progetto ideato da Thomas Demand (Monaco di Baviera, 1964) per le vetrine dei negozi Prada di New York, Milano, Parigi, Londra, Tokyo, Singapore, Seoul e Los Angeles: una teoria di ciliegi in fiore celebranti l’inizio della primavera che continua il rapporto di collaborazione tra il fotografo tedesco e la maison italiana. Sono numerosi, infatti, i progetti artistici realizzati da Prada che vedono protagonista Demand, nel ruolo di artista e anche di curatore: tra i più noti e recenti è senza dubbio la mostra The Boat is Leaking. The Captain Lied, risultato di un confronto tra Demand, lo scrittore e regista Alexander Kluge, la scenografa e costumista Anna Viebrock e il curatore Udo Kittelmann, realizzata nella sede veneziana della Fondazione Prada durante la Biennale d’Arte 2017; per non contare poi L’image volée, mostra collettiva tenutasi nel 2016 alla Fondazione Prada di Milano curata dallo stesso Demand e la personale a lui dedicata – e curata da Germano Celant – tenutasi nel 2007 alla Fondazione Giorgio Cini di Venezia.

IL PROGETTO BLOSSOM DI THOMAS DEMAND PER LE VETRINE DEI NEGOZI PRADA

Noto per le sue fotografie su larga scala che ricostruiscono immagini realmente esistenti attraverso una loro versione artificiale, Demand per realizzare la campagna visiva delle vetrine di Prada si è ispirato all’Hanami (“osservare i fiori”), ovvero la secolare arte giapponese del godere della bellezza dei fiori. La fioritura dei ciliegi proposta dal fotografo tedesco vuole sancire così la fine dell’inverno e rappresenta la giovinezza, la gioia di vivere e l’emozione propri della primavera, facendo da sfondo – e allo stesso tempo dominando la scena – alle creazioni della collezione Spring-Summer firmate da Prada.

– Desirée Maida

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.