Le marionette alchemiche di Tunga. A Torino

Galleria Franco Noero, Torino – fino al 20 giugno 2019. La galleria torinese ripercorre la carriera di Tunga, artista brasiliano scomparso nel 2016.

Tunga (Palmares, 1952 ‒ Rio de Janeiro, 2016) è stato uno dei più influenti artisti brasiliani della sua generazione, capace di esprimersi con un’eclettica varietà di mezzi (disegno, scultura, installazione, fotografia, performance, video e scrittura) e impiegando un’ingente carica simbolica – giocandosi in ogni singola opera l’intero suo universo, anche a costo di gravare sul linguaggio. Oggi la Galleria Franco Noero non delude le aspettative e rispetta l’eterogeneità con un allestimento leggibile, di ampio respiro e chiarificatore: che siano gli oltre trenta magistrali disegni di matrice surrealista delle serie Anjos Maquiados e Quase Auroras; oppure i “canti di sirena” di Delivered in Voices, installazione che amplifica conversazioni impossibili tra pubblico e voci registrate che rimbalzano da una campana a una pianta, da un meteorite a un cristallo di quarzo; o ancora che siano le sculture bronzee di insolita organicità e dolcezza di Morphological; ogni elemento giace esattamente dove avrebbe voluto essere. Menzione d’onore ai due capolavori di Tunga, le marionette appese all’ingresso, una di cristallo di rocca e l’altra di spugna: ingenuamente alchemiche, richiamano il complesso processo di trasformazione degli elementi del Clavis Artis; e anche, come per il machiavellico Ferdinando Galiani, gli intellettuali “danzatori sulla corda” del libertinage érudit, in bilico tra ammirazione e disistima – in asse tra due secoli, proprio come Tunga.

Federica Maria Giallombardo

Evento correlato
Nome eventoTunga
Vernissage17/04/2019 ore 18
Duratadal 17/04/2019 al 20/06/2019
Autore Tunga
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoGALLERIA FRANCO NOERO - CARIGNANO2
IndirizzoPiazza Carignano 2 - Torino - Piemonte
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Federica Maria Giallombardo
Federica Maria Giallombardo nasce nel 1993. Consegue il diploma presso il Liceo Scientifico Tradizionale “A. Avogadro” (2012) e partecipa agli stage presso l’Assessorato alla Cultura della Provincia di Biella (2009-2012). Frequenta la Facoltà di Lettere Moderne presso l’Università degli Studi di Torino, laureandosi nel 2016 con una tesi di ricerca di Filologia Italiana sull’epistolario di Vittorio Alfieri. Partecipa come relatrice alla X edizione della Scuola di Alta Formazione “Cattedra Vittorio Alfieri” nel settembre 2016. Collabora con la Fondazione Centro Studi Alfieriani e con Palazzo Alfieri. È associata alla Biblioteca Medicea Laurenziana di Firenze. Scrive recensioni per la webzine «OUTsiders». In occasione di Artissima 2016, partecipa al progetto “Ekphrasis 21”. Collabora con diversi artisti, tra cui Giuseppe Palmisano, Massimo Brunello e Stefania Fersini, dei quali cura il portfolio e i comunicati stampa.