Il colore dei sogni. Maurizio Cannavacciuolo a Milano

Galleria Giovanni Bonelli // Galleria Pack, Milano ‒ fino al 26 marzo 2019. Doppia sede per un percorso dal sapore onirico fra colore e bianco e nero, geometria e profondità spaziale. Considerazioni in libertà sul gran teatro della vita.

Un’aura di colorata geometria ammanta queste grandi tele di Maurizio Cannavacciuolo (Napoli, 1954), che spaziano dal mondo del teatro giapponese a quello dei fumetti, dall’astrattismo geometrico di Emma Kunz ai cromatismi di Henry Matisse, passando per l’inserimento di oggetti delle culture antiche, come i mosaici bizantini e le anfore romane.
Una complessa narrazione sottende a opere vivaci, colorate, gioiose, ironiche.
Nella sede di Pack, invece, il “lato b” della mostra, ovvero tre opere in bianco e nero, parimenti, però, dense di forme e dinamiche prospettive. Insieme, questi due capitoli costituiscono una riflessione per immagini sul caos dell’esistenza quotidiana, sui suoi entusiasmanti sprazzi di colore che lasciano comunque aperta la porta alla fantasia, all’evasione onirica, ai propri istinti. Per citare John Lennon, questa mostra sembra essere un invito ad “ascoltare il colore dei propri sogni”.

Niccolò Lucarelli

Evento correlato
Nome eventoMaurizio Cannavacciuolo
Vernissage24/01/2019 ore 19
Duratadal 24/01/2019 al 23/02/2019
AutoreMaurizio Cannavacciuolo
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoGALLERIA GIOVANNI BONELLI
IndirizzoVia Porro Lambertenghi 6 - Milano - Lombardia
Evento correlato
Nome eventoMaurizio Cannavacciuolo
Vernissage24/01/2019 ore 19
Duratadal 24/01/2019 al 26/03/2019
AutoreMaurizio Cannavacciuolo
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoGALLERIA PACK
IndirizzoViale Sabotino, 22 20135 - Milano - Lombardia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Niccolò Lucarelli
Laureato in Studi Internazionali, è curatore, critico d’arte, di teatro e di jazz, e saggista di storia militare. Scrive su varie riviste di settore, cercando di fissare sulla pagina quella bellezza che, a ben guardare, ancora esiste nel mondo.