Giovani artisti in dialogo. Alla Fondazione Memmo di Roma

Fondazione Memmo, Roma ‒ fino al 24 marzo 2019. Artisti italiani e internazionali si incontrano alla Fondazione Memmo, protagonisti della nuova tappa di “Conversation Piece”.

Allogata nel cinquecentesco Palazzo Ruspoli, la Fondazione Memmo ospita la quinta edizione della collettiva Conversation Piece, un progetto espositivo rivolto ad artisti italiani e stranieri presenti pro tempore nella Capitale. La presenza di numerose Accademie e Istituti di Cultura tramanda ancora il rito secolare del viaggio di formazione con tappa obbligata a Roma.
Il motto Non v’è più bellezza, se non nella lotta, tratto dal Manifesto del Futurismo, è il fil rouge che unisce i lavori di Rebecca Digne (Accademia di Francia), del duo Invernomuto (American Academy), di Julian Rosefeldt (Accademia Tedesca), di Marinella Senatore (residente pro tempore). Dove il binomio polare bellezza-lotta (ovvero arte-vita) è declinato e attualizzato con una pluralità di linguaggi: dagli interventi performativi alle installazioni, dalle videoproiezioni alle sculture astratte a cera persa, timido richiamo all’impermanenza della vita e, quindi, dell’arte.

Luigi Capano

Evento correlato
Nome eventoConversation Piece | Part V
Vernissage15/12/2018 ore 18 su invito
Duratadal 15/12/2018 al 24/03/2019
AutoriMarinella Senatore, Invernomuto, Julian Rosefeldt, Rebecca Digne
Generiarte contemporanea, collettiva
Spazio espositivoFONDAZIONE MEMMO ARTE CONTEMPORANEA – SCUDERIE DI PALAZZO RUSPOLI
IndirizzoVia di Fontanella Borghese 56/b 00186 - Roma - Lazio
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Luigi Capano
Di professione ingegnere elettronico, si dedica da diversi anni all’organizzazione di eventi culturali sia presso Gallerie private che in spazi istituzionali. Suoi articoli d’arte sono apparsi su periodici informatici e cartacei: Rivista dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma, Expreso Latino, Arte e Fede, Umanesimo del Lavoro, Rivista di Studi Fiumani, Art a part of culture, Fourzine Magazine, Papale-Papale, Almaghrebiya.